La Corte dei Conti dichiara “illegittime” le nomine di 61 dirigenti scolastici del salernitano

I decreti con cui l’Ufficio scolastico regionale ha conferito l’incarico a 61 dirigenti scolastici del Salernitano «si appalesano illegittimi». La notizia è riportata dal “La Città di Salerno”. Sul quotidiano salernitano si legge ancora “La bocciatura arriva dalla Corte dei Conti, che ha ricusato il visto e negato la registrazione di 308 nomine in tutta la Campania. I decreti sono quelli del 28 settembre 2016, che per conferma o mobilità hanno conferito le funzioni dirigenziali. La Corte ne contesta l’efficacia retroattiva all’1 settembre e anche la tardiva trasmissione, avvenuta l’1 dicembre, che ha di fatto impedito il controllo preventivo della magistratura contabile. Non convince, inoltre, che gli atti rechino tutti lo stesso numero di protocollo, né che sulla piattaforma “Scuola in chiaro” manchino i rapporti di autovalutazione per gli obiettivi assegnati ai dirigenti, pubblicati solo su un’altra piattaforma non accessibile a tutti. L’Ufficio ha provato a difendersi spiegando innanzitutto che gli incarichi dirigenziali vengono conferiti in realtà tra luglio e agosto, sulla base di decreti collettivi cui segue nei mesi successivi, dopo le operazioni propedeutiche all’apertura dell’anno scolastico, la stipula dei singoli incarichi. «Sebbene il controllo preventivo di legittimità possa apparire disatteso – è stato scritto – questa amministrazione, nel perseguimento dell’interesse pubblico, annualmente procede all’affidamento degli incarichi dirigenziali con decorrenza 1 settembre». Argomenti che non hanno convinto la Corte, secondo cui la risposta sembra sottintendere che al principio del “buon andamento” vada subordinato quello di legalità dell’azione amministrativa. «In tal modo – si stigmatizza – si conferirebbe il crisma della legittimità a un iter procedimentale che non è previsto né da una fonte legislativa né da una contrattuale, trasformando il controllo preventivo in una sanatoria».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#