Basket, Promozione – Girone B: la Diesel Tecnica battuta a Casavatore. Partita condizionata dalle decisioni arbitrali

 

Due quarti di gioco aspro ma corretto. Poi, la partita tra Viva Basket Free Casavatore e Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità – risolta dai partenopei in proprio favore con il punteggio di 73-52 – assume i connotati di una battaglia furente e disordinata, alla quale la coppia arbitrale (del tutto fuori luogo, data l’importanza dell’incontro) ha assistito senza battere ciglio, tollerando astuzie e colpi bassi dei giocatori napoletani. Non suonino queste parole come un alibi per giustificare la sconfitta dei salernitani che, nonostante le defezioni di Dragoni e Sandro De Vita, hanno anche dettato l’andatura prima di essere sopraffatti dal nervosismo e dalla tensione. Incipit sul filo dell’equilibrio: il Viva Basket Free apre la cassaforte da tre punti, Trinità alterna le incursioni in area di Campaiola agli attacchi in contropiede di Borgia. Una tripla dal palleggio di Antonucci vale il vantaggio esterno alla prima sirena (12-14). Pur faticando contro la zona schierata da Durante ed Aumenta, Casavatore rimedia dall’arco con Aprea e Fiengo. Replica bianco-azzurra orchestrata da Gianluca De Vita, anch’egli prolifico dai 6,75, al quale si accoda Borgia: le sue penetrazioni portano in dote alla Diesel Tecnica un piccolo ma prezioso scarto all’intervallo lungo (25-28). Il recital muta radicalmente registro in apertura di terzo quarto: la squadra allenata da Dino Imperlini trova la chiave per sbancare l’area dei salesi, oltretutto penalizzati dall’assenza prolungata di Gianluca Campaiola, costretto a lasciare il parquet  a causa di un contatto con un giocatore avversario. Benché Di Somma si spenda in un generoso lavoro nella metà campo difensiva, i napoletani colgono l’occasione per allungare in maniera decisa: il +6 maturato a fine terzo quarto (47-41) porta le firme di Pempinella, Di Lauro e del top scorer della serata, Carlo Aprea (19 punti). La Diesel Tecnica prova a rimettersi in pista con Antonucci e Di Somma, ma i propositi di rimonta s’infrangono anzitempo anche a causa di una condotta arbitrale palesemente orientata in favore del quintetto di casa. L’espulsione per doppio fallo tecnico del veterano salese prelude alla fuga buona di Casavatore, che beneficia dei canestri di Imbimbo Starace e dei liberi di Tommaso De Vita per chiudere il discorso. Domenica prossima, Diesel Tecnica di nuovo al PalaZingaro contro l’Olimpia Capri per restare a contatto con le battistrada del girone B di Promozione. Si gioca alle 16.

 

Testo di Carmine Marino

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#