Un modulo per non concedere i propri terreni agli studi di Shell. La proposta del comitato “No petrolio Vallo di Diano”. Mercoledì la conferenza

Un modulo per dichiarare la propria “indisponibilità alla concessione dell’uso del terreno in riferimento alla richiesta di istanza per l’avvio della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale riguardante il progetto di ricerca relativo all’istanza di permesso di idrocarburi liquidi e gassosi in terraferma convenzionalmente denominato “Monte cavallo” da parte di Shell”. E’ il progetto portato avanti dal Comitato No Petrolio del Vallo di Diano. Il Comitato – che sin dall’inizio sta combattendo per tutelare il Vallo di Diano – nei giorni scorsi ha presentato le osservazioni in merito alla richiesta di Shell.

Mercoledì, primo marzo il Comitato guidato da Ivan Bruno, organizza una conferenza stampa presso la libreria Ex Libris diPolla alle ore 16. “E’ nostra intenzione – scrivono in un comunicato – informare tutti i cittadini circa le attività del Comitato a proposito delle Osservazioni presentate al Ministero dell’Ambiente in riferimento alll’istanza di permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi denominata “Monte Cavallo” presentata da Shell. Promuovere un’iniziativa di partecipazione popolare che coinvolga tutti i cittadini del Vallo di Diano che si oppongono alla richiesta di Shell; La situazione in merito alle problematiche ambientali del Pozzo Pergola 1 che interessa il bacino idrografico campano. Data l’importanza dei temi trattati vi chiediamo di partecipare per rendere quanto più incisiva possibile la comunicazione per i cittadini della Regione Campania”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#