Il Comune di San Pietro al Tanagro revoca la sospensione dell’attività del caseificio: “Lo stabilimento è dotato di tutto il necessario”

Nei giorni scorsi sull’albo pretorio del Comune di San Pietro al Tanagro è stata pubblicata una ordinanza sulla sospensione dell’attività di un caseificio per “gravi irregolarità nell’immissione dei reflui del caseificio in pubblica fognatura”. Un atto ufficiale che però – secondo quanto riferito dai legali del caseificio – è stato revocato dopo poche ore in quanto il Comune ha revocato il medesimo dispositivo. “Lo stabilimento – si legge nel nuovo atto del Comune – è dotato di apposite vasche di raccolta dei reflui derivanti dalla lavorazione e che le stesse vengono conferite mediante ditte autorizzate allo smaltimento”. Inoltre – sempre stando a quanto riferito dagli avvocati “in difetto dell’immediata pubblicazione dell’avvenuta revoca dell’ordinanza di sospensione dell’attività si adirà in Giustizia per tutelare i diritti e l’immagine della società”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#