Basket, Promozione Gir.B: serata in carrozza per la Diesel Tecnica, vittoria larga contro l’Olimpia Capri

 

Le partite non sono mai banali, anche quando finiscono tanto a poco. Soprattutto se in campo c’è una squadra che, negli ultimi mesi, è diventata un’icona della pallacanestro povera ma bella: l’Olimpia Capri, assurta ad improvvisa ma meritata popolarità tra gli appassionati di tutta Italia grazie al documentario Ruocco e i suoi fratelli. L’assenza per infortunio del cannoniere-principe della Promozione ha purtroppo privato la pietanza di un ingrediente che avrebbe reso ancor più invitante il banchetto allestito per l’occasione al PalaZingaro. In ogni caso, la Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità non ha tradito il pronostico: vittoria chiara e forte di 39 lunghezze (84-45), senz’altro facilitata dall’abbondante messe di triple mandate a segno (alla fine dell’incontro se ne conteranno tredici) e da una prestazione globale cui hanno contribuito anche quei giocatori (Dragoni e Sica) bloccati dagli infortuni nella fase terminale del girone d’andata. I due punti incassati contro il quintetto bianco-nero consentono alla Diesel Tecnica di restare in compagnia delle inseguitrici della capoclassifica Cava De’ Tirreni Basketball, che ha seriamente rischiato di cadere in casa contro il Kouros Napoli, evitando una sconfitta altrimenti fragorosa solo nel quarto periodo.

Cinque-uomini-cinque a disposizione della formazione caprese: venuti meno, oltre al già menzionato Ruocco, anche Di Donna, De Gregorio e Boccanfuso, scendono sul parquet i veterani Elio Sorrentino e Del Core, affiancati dal terzetto Cacace-Schettino-Chierchia. Durante ed Aumenta lasciano a riposo Gianluca Campaiola –  feritosi alla testa in un contatto di gioco durante la partita di Casavatore – privilegiando un quintetto a vocazione perimetrale, con la coppia Antonucci-Durante in regia, Borgia e Gianluca De Vita sugli esterni e Di Somma sotto canestro. Fatto salvo un estemporaneo vantaggio esterno (0-1), i bianco-azzurri dettano il passo fin dagli albori della sfida: Antonucci indica la strada ai compagni, mandando a segno quattro triple in 10′. Alle fiammate in isolamento di un generoso Schettino e di Cacace replicano dalla media distanza Sica ed il minore dei fratelli De Vita (Sandro ha invece assistito alla partita in borghese, complice il perdurare dello strappo al bicipite femorale patito contro il Kouros): Trinità avanti di otto punti allo scadere della prima frazione (21-13). Lo staff tecnico salese decide di mescolare le carte nel secondo quarto: tanti minuti in campo per i rientranti Sica e Dragoni; Boninfante supporta Durante nella gestione dei possessi offensivi. I risultati non tardano ad arrivare: la circolazione di palla della Diesel Tecnica neutralizza la zona 2-3 dell’Olimpia Capri, che ben presto perde la scia dei battistrada (34-17 al 16′). Nonostante uno stop durato quattro partite, Dragoni dimostra di aver ritrovato un certo feeling con il canestro, andando regolarmente a segno dalla media così come dalla lunga distanza. La squadra dell’isola dei faraglioni prova a farsi sentire in contropiede, ma sotto i tabelloni i tempi sono piuttosto grami ed il pur encomiabile Del Core (anni 53) può poco contro i rimbalzisti avversari. A metà partita, l’imbarcazione dei valdianesi è già salpata (41-23). Alla ripresa del gioco, Antonucci dispensa un altro saggio di bravura alla voce palleggio-arresto-tiro da tre: l’ex giocatore della Pallacanestro Salerno firma la sua miglior prestazione in campionato con 23 punti. Funziona altrettanto bene l’intesa Borgia-Durante, che frutta assist e tiri aperti. Altro parziale spaccagambe che proietta la Diesel Tecnica sul +31 (65-34 al 28′). I capresi eseguono ripetutamente il pick&roll per bruciare sul tempo la difesa a uomo dei salesi; il fatturato risulta però assai magro. Lo scarto si dilata fino al +33 dell’ultimo riposo (69-36). L’Olimpia Capri arriva a fari pressoché spenti all’ultimo scorcio di partita, marcando solo due canestri dal campo con Schettino (24 punti per l’ala piccola classe 1994); dall’altra parte, la Diesel Tecnica sceglie di non forzare la mano: tutti i titolari a riposo, spazio ad un quintetto composto esclusivamente da tiratori. Tra di essi, fa davvero piacere ritrovare Pierpaolo Puglia: la 18enne guardia di Sala Consilina – reduce da un semestre di formazione alla Central Montcalm High School di Stanton, nello Stato del Michigan – lascia il segno nel finale con una tripla ed un sottomano. Sarà importante anche il suo contributo nella corsa alla serie D, che riprenderà sabato prossimo in casa del Real Barrese.

Testo di Carmine Marino

 

Promozione/Girone B, diciottesima giornata. I risultati

Basket Team Stabia – Sporting Club Torregreco 54-48; Basket Open – Viva Basket Free Casavatore 65-79; Cava De’ Tirreni Basketball – Kouros Napoli 71-66; Basket Volla – Hippo Basket Salerno 75-59; Nuova Pallacanestro Sarno – Afragola Hawks (lunedì, ore 20.30). Hanno riposato: Growatt Portici, Real Barrese.

 

La classifica

Cava De’ Tirreni Basketball 28; Basket Volla, Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità 26; Viva Basket Free Casavatore, Hippo Basket Salerno 24; Growatt Portici 22; Afragola Hawks 18; Kouros Napoli, Basket Open 10; Basket Team Stabia, Real Barrese 8; Olimpia Capri, Sporting Club Torregreco 6; Nuova Pallacanestro Sarno 0.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#