Ospedale di Polla, conferenza stampa del direttore Mandia: “La mia verità su Oculistica e sull’Atto Aziendale”

Conferenza stampa presso l’Ospedale di Polla del direttore sanitario Luigi Mandia, che ha voluto chiarire la “sua” verità in particolare sul futuro del Reparto di Oculistica, che da Unità Operativa Complessa (UOC) diventa Unità Operativa Semplice Dipartimentale (UOSD) nella versione definitiva dell’Atto Aziendale.

L’occasione è stata propizia anche per porre al direttore sanitario Luigi Mandia altre domande, relative in generale allo stesso Atto Aziendale ed in particolare alle maggiori criticità da affrontare nell’immediato al Luigi Curto, che per il direttore sanitario sono la riorganizzazione dell’Emergenza e l’implementazione di personale medico in alcuni settori-chiave.

LUIGI MANDIA OSPEDALE DI POLLA OCULISTICA (2) LUIGI MANDIA OSPEDALE DI POLLA OCULISTICA (1)

L’Ospedale Luigi Curto di Polla mantiene sulla carta 212 posti letto. Nel dettaglio le Unità Operative Complesse sono Cardiologia (12 posti letto), Chirurgia Generale (16), Medicina Generale (26), Geriatria (15), Ortopedia e Traumatologia (18), Ostetricia e Ginecologia (18), Terapia Intensiva (8) e Urologia (10). Le Unità Operative Semplici Dipartimentali sono Gastroenterologia (4 posti letto), Pneumologia (8), Nefrologia ed Emodialisi (6), Neurologia (15), Oculistica (6), Otorinolaringoiatria (6), Pediatria (10) e Recupero e Riabilitazione (20). Infine ci sono l’Unità Operativa Semplice Coronarica con 6 posti letto e Psichiatria con il Day Hospital che dovrebbe avere 8 posti letto. Nel punto 14 della delibera dell’ASL si legge che “Il Servizio di Oncologia in regime ambulatoriale è individuato quale Unità Operativa Semplice Dipartimentale”. Ancora, nella stessa delibera, il punto 16 introduce un elemento nuovo ed inedito: “Alla Direzione Sanitaria viene affidata anche la Direzione del Distretto n° 72”. Il prossimo direttore dell’Ospedale di Polla diventerà, quindi, anche Direttore del Distretto Sanitario del Vallo di Diano. Il plesso di Sant’Arsenio diventa invece struttura territoriale e dovrebbe ospitare l’Ospedale di Comunità e le Unità Complesse di Cure Primarie (UCCP).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#