Omicidio Di Gloria: chiesti 14 anni per Petrillo. Il 31 marzo la sentenza del processo d’appello bis

Si è tenuta questa mattina a Salerno, una nuova udienza del processo d’appello bis per il processo a carico di Giuseppe Petrillo accusato della morte di Nicola di Gloria. L’omicidio avvenne a Polla nel 2010. Il nuovo processo di appello è stato avviato dopo l’annullamento da parte della Cassazione con rinvio ad altra sezione della Corte d’Assise d’ Appello di Salerno della sentenza di secondo grado nei confronti di Giuseppe Petrillo, condannato nei primi due gradi di giudizio per l’omicidio di Nicola Di Gloria. La Procura generale ha chiesto 14 anni di pena per il 36enne Petrillo (pena calcolata con lo sconto per la scelta del rito abbreviato).  Il ricorso era stato presentato dall’avvocato Sebastiano Tanzola, legale della famiglia Di Gloria, contro la sentenza dell’Assise di Appello di Salerno che aveva rimesso in libertà Giuseppe Petrillo, condannato in primo grado a 23 anni di carcere e in secondo a 6 anni. La riduzione di pena era arrivata perché i giudici avevano riconosciuto in Petrillo un vizio parziale di mente. Il 31 marzo la prossima udienza con le arringhe degli avvocati sia di Petrillo che della parte civile e la possibile sentenza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#