Il mistero del fiume nero di Sant’Arsenio: c’è una persona indagata per lo sversamento

Il mistero del fiume nero di Sant’Arsenio ha qualche spiraglio di luce. Infatti occorre fare una correzione rispetto all’articolo di questa mattina. Infatti le indagini da parte delle forze dell’ordine sono andate avanti e sono state fruttuose. I carabinieri della stazione di Polla guidati dai marescialli Danilo Marzullo e Giovanni Cunsolo e i militari del Noe hanno di fatto iscritto nel registro degli indagati una persona, proprietario di un’azienda, per quello sversamento accusato di reati ambientali. La notizia è stata notificata anche al Comune di San Pietro al Tanagro in quanto l’azienda rientra nel comune di San Pietro al Tanagro. Il lavoro delle forze dell’ordine è scattato immediatamente dopo lo sversamento e dopo circa un anno di lavoro attento e scrupoloso, nella primavera del 2016, una persona è stata indagata per quella azione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *