Finto medico chiede soldi per associazione onlus all’ospedale di Salerno. Un caso simile anche a Polla

La truffa del “finto medico” che chiede ai pazienti offerte in denaro per conto di un’associazione onlus colpisce anche l’Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi di Aragona di Salerno dopo il caso che si è registrato anche all’ospedale “Curto” di Polla. La truffa è stata scoperta dalla Polizia di Stato appartenente alla Sezione Volanti della Questura che è intervenuta nel reparto di cardiologia dopo la segnalazione del personale in servizio presso il reparto.  Giunti sul posto gli agenti, grazie ad alcune testimonianze, hanno individuato la donna che resasi conto di essere stata segnalata, si era svestita del camice da infermiera e stava tentando di allontanarsi dalla struttura ospedaliera. Si tratta di una  42enne di Mercato San Severino, non nuova a questa tipologia di “truffa” stando alle testimonianze del personale del nosocomio, sottoposta a perquisizione da personale femminile della Polizia di Stato, è stata trovata in possesso di monete per diverse decine di Euro, ricevute da pazienti o visitatori del reparto. Nella borsa in suo possesso, inoltre, i poliziotti hanno trovato e sequestrato: un camice bianco utilizzato per far credere di appartenere al personale paramedico dell’ospedale; un tesserino plastificato intestato ad una associazione onlus che opera a favore dei bambini con foto e dati anagrafici della stessa nonché con qualifica di operatore psicologo infantile e socio assistenziale; due blocchetti di ricevute generiche; un documento riportante l’atto costitutivo della suddetta associazione; un contratto di assunzione part time. La 42enne è stata denunciata perché ritenuta responsabile del reato di truffa.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#