Presunti abusi d’ufficio a Padula: assolti l’ex sindaco Alliegro e l’attuale primo cittadino Paolo Imparato

Finisce con un’assoluzione per tutta la giunta di Padula la vicenda del presunto abuso d’ufficio sulle autorizzazioni concesse a un negozio per mettere in atto dei lavori edili. Incubo finito per il sindaco Paolo Imparato, che all’epoca dei fatti era vicesindaco, l’ex primo cittadino Giovanni Alliegro e per gli assessori Michela Cimino e Vincenzo Polito. E’ stato scelto il rito abbreviato e sono stati assolti con la formula del “fatto non sussiste”.

Anche pm aveva chiesto l’assoluzione per la giunta Alliegro in merito a presunti abusi d’ufficio per la concessione di alcune autorizzazioni edili. I fatti si riferiscono all’ampliamento di alcuni stabili per uso commerciale a Padula Scalo. Un cittadino aveva presentato un esposto denuncia alla Procura di Sala Consilina e da qui erano scattate le indagini da parte dei carabinieri e anche il sequestro del negozio di articoli sportivi (poi dissequestrato). Anche i due commercianti e il tecnico comunale sono stati assolti. Nell’udienza che si è tenuta al Tribunale di Lagonegro il pubblico ministero aveva però chiesto l’assoluzione e questa mattina il giudice ha assolto tutte le persone coinvolte nelle vicenda.

Nell’esposto si puntava il dito contro presunti illeciti sul procedimento amministrativo seguito da parte dell’amministrazione comunale per la realizzazione e l’ampliamento degli stabili in questione. La difesa è stata portata avanti dall’avvocato Renivaldo Lagreca, dai legali Raffaella Manzolli, Franco Alliegro e Pinto.

A giudizio invece il responsabile dello sportello Suap di Padula.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#