Stefano Feniello, originario di Valva, morì nella tragedia di Rigopiano: sei le persone indagate

Per la strage dell’hotel Rigopiano sono sei le persone indagate. Nella tragedia morì anche il salernitano Stefano Feniello. Gli indagati sono amministratori e funzionari. Lo scorso 18 gennaio – si ricorderà – una valanga travolse la struttura causando 29 morti, mentre i superstiti furono undici. Si tratterebbe di una prima tranche di inchiesta. Gli inquirenti stanno notificando in queste ore agli interessati l’iscrizione sul registro degli indagati. “Dove sono i nomi del prefetto di Pescara e del governatore dell’Abruzzo?”. È quanto si chiede Alessio Feniello, padre di Stefano, una delle 29 vittime della tragedia di Rigopiano, appresa la notizia dell’iscrizione di sei persone nel registro degli indagati, tra cui il presidente della Provincia e il sindaco di Farindola, in provincia di Pescara. Le dichiarazioni sono sul sito del “Il Mattino”.  Stefano Feniello, 28enne originario di Valva, in provincia di Salerno, era in vacanza a Rigopiano per festeggiare il compleanno con la fidanzata, Francesca Bronzi, scampata alla tragedia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#