Tensioni all’incontro sul Venezuela a Teggiano. Proteste degli emigranti quando la Buono parla di Chavez

Momenti di tensione ieri, nel tardo pomeriggio, all’incontro sul Venezuela che si è tenuto a Teggiano. Momenti che dimostrano, laddove ce ne fosse bisogno, come è tesa la situazione oltreoceano, tanto da portare le scintille (ovviamente in maniera estremamente ridotta) fino al Vallo di Diano. Le tensioni sono nate quando è intervenuta durante il dibattito Antonella Buono,  italo venezuelana originaria di Sassano ed ex candidata alla carica di presidenza della Provincia. Un suo passaggio su Chavez ha di fatto scatenato la rabbia dei tanti migranti italo venezuelani presenti nella chiesa di San Benedetto. Urla e proteste e poi abbandono dell’aula con un lavoro importante da parte del sindaco Michele di Candia per cercare di calmare le acque. I migranti originari del Vallo di Diano o della vicina Basilicata hanno assistito all’intero convegno con diversi cartelloni di protesta contro l’attuale presidente Maduro e di solidarietà al Venezuela e hanno raccontato le loro vicissitudini o quelle dei loro cari. Una volta abbandonata la chiesa, sono rientrati al momento degli interventi  di Carmine Pinto, docente di storia contemporanea all’Università di Salerno e profondo conoscitore dell’America Latina, e Omero Ciai, caporedattore de la Repubblica.

Da quanto trapela altre proteste e polemiche sono continuate anche dopo la fine del convegno in separata sede.

L’evento, al di là dei momenti di tensione, è stato comunque il primo organizzato nel Vallo di Diano per portare alla ribalta nazionale e territoriale (considerata la forte emigrazione valdianese in Venezuela) la crisi del paese sudamericano. Un incontro pensato dal consigliere di maggioranza Conantonio D’Elia in collaborazione con il Comune di Teggiano, con il Centro Studi e Ricerche Palazzo Marone e con i Forum dei giovani. Sono intervenuti oltre al primo cittadino Di Candia, anche Michele Albanese,  presidente del Centro Studi, e il presidente della Montepruno giovani Giuseppe Nese. L’incontro è stato moderato dal vice sindaco di Monte San Giacomo, Angela D’Alto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#