Operai Ergon ancora fuori i cancelli: “Noi siamo qui perchè è nostro dovere. La società deve darci risposte”

Sono ancora davanti ai cancelli della società Ergon gli oltre 20 operai da lunedì 29 maggio, una volta terminati i corsi di aggiornamento effettuati in regime di autosospensione da parte degli stessi operai. I lavoratori chiedono chiarimenti sul loro futuro occupazionale e anche sugli stipendi arretrati. La società, ci hanno detto gli operai, “non ci ha dato alcuna risposta”. Ma la Ergon in una nota nei giorni scorsi  aveva chiarito che “attesa la grave crisi aziendale che la nostra società sta attraversando – si legge in una lettera firmata dal liquidatore Fabio Condemi – vi invitiamo dal soprassedere dal rientro in azienda così come comunicato anche in considerazione del fatto che la società è in attesa delle determinazioni della Regione Campania per il ricollocamento dei dipendenti in esubero. Ogni ulteriore determinazione dovrà essere oggetto di attenta analisi anche in considerazione di quanto verrà comunicato dalla Regione”. Gli operai chiariscono, “siamo qui perchè è nostro dovere e perchè vogliamo avere delle risposte certe e repentine. Questo stato di insicurezza per noi e per le nostre famiglie non può più andare avanti”.

Intanto nella giornata di ieri si è tenuto in Prefettura a Napoli un incontro tra i commissari liquidatori dei Consorzi di Bacino e le organizzazioni sindacali dei lavoratori del comparto. erano presenti il prefetto di Napoli, Carmela Pagano, il Vice Presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, ed i delegati delle Prefetture di Caserta, Salerno, Benevento e Avellino. I Commissari liquidatori hanno portato in Prefettura gli elenchi dei lavoratori in forza ai loro consorzi fino alla data del 31/12/2008. Tra gli elenchi “mancanti” quello di Benevento “in quanto già approvato presso la Prefettura di Benevento e gli elenchi del Consorzio di Bacino Sa3 (per il quale si terrà un separato incontro presso la Prefettura di Salerno nel corso del quale si tratteranno le tematiche riguardanti le società Yele ed Ergon”.

Il verbale dell’incontro svoltosi ieri in Prefettura a Napoli.WhatsApp Image 2017-05-31 at 10.30.27
WhatsApp Image 2017-05-31 at 10.30.28 (1)

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#