Furto Sacrilego a Teggiano, appello di don Giuseppe Puppo: “È necessario custodire le nostre chiese”

La convocazione immediata di un tavolo tecnico con i rappresentanti della Diocesi, delle Istituzioni, dell’amministrazione comunale di Teggiano, della Pro Loco e della Cooperativa Paradosis, per organizzare la vigilanza nelle Chiese della Città d’Arte del Vallo di Diano, utilizzando se disposti e disponibili anche volontari ed anziani.

 

don giuseppe puppo furto sacrilego teggiano marco ambrogi

La richiesta arriva da don Giuseppe Puppo, che ai microfoni di Italia 2 TV si dice “basito” per il furto sacrilego avvenuto in pieno giorno nella chiesa di San Francesco, sita nella piazza principale di Teggiano ed affianco al Municipio.

santa filomena dopo

I ladri tra martedì e mercoledì scorsi hanno asportato due angioletti in legno posti alla base della statua di Santa Filomena, risalenti alla metà dell’800.

angeli santa filomena rid

Al di là del valore artistico e materiale delle statuette rubate, altissimo è il valore simbolico e religioso. Ma soprattutto il furto sacrilego avvenuto in pieno giorno è per don Giuseppe Puppo un inquietante segnale d’allarme per il resto del patrimonio artistico custodito nelle chiese di Teggiano, al quale va data immediata risposta.

angeli santa filomena rid 2 angeli santa filomena rid 3

Chiese quindi aperte ai fedeli per le celebrazioni religiose e nelle occasioni legate al culto, ma per il resto del tempo don Giuseppe non ha dubbi: “Le chiese di Teggiano da ora in poi vanno aperte solo se custodite, ed il patrimonio che ci è stato tramandato va salvaguardato. Anche perché per i turisti che vogliono visitarle -conclude il parroco della Cattedrale – le nostre chiese sono sempre fruibili attraverso gli organi competenti, che in questo caso sono il Museo Diocesano ed il Centro Turistico di Teggiano”.  Sulla vicenda ai nostri microfoni interviene anche il direttore del Museo Diocesano Marco Ambrogi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#