Giornata Mondiale del Rifugiato, premiati a Padula i Black Lions dopo la vittoria in terza categoria

black lions 1In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, si è svolta a Padula, la premiazione della squadra dei Black Lions, squadra di migranti richiedenti asilo che ha disputato nella recente stagione calcistica il campionato di terza categoria della FIGC-LDN nel girone D. I Black Lions a fine campionato hanno disputato i play off conquistando la promozione in seconda categoria. Fanno parte del centro di accoglienza straordinario di Sicignano degli Alburni gestito dalle Cooperative Sociali Tertium Millennium, Il Sentiero e l’Opera di un Altro. Appartengono a 8 nazionalità diverse: Senegal, Guinea, Nigeria, Niger, Gambia, Mali, Burkina Faso, Ghana. All’evento del 21 giugno scorso  svoltosi nell’auditorium della Parrocchia Sant’Alfonso Maria de’ Liguori hanno preso parte Massimiliano Paglino, presidente dell’AC.Black Lions, il mister Domenico Rosolia, Don Vincenzo Federico, il giornalista sportivo Carlo Verna , Gerardo Lobosco giornalista e delegato della FIGC di Sala Consilina-Vallo di Diano, Mons. Antonio De Luca Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro. «Lo sport- ha detto Don Vincenzo Federico- è uno strumento di crescita umana. È un’esperienza di arricchimento della vita. Attraverso lo sport si entra in relazione con l’altro, si entra in competizione. Ci si misura, ci si rispetta, si vince, si perde. Dal 2011 siamo impegnati in maniera quasi predominante nell’accoglienza; in questi anni sono passate migliaia di persone nelle nostre strutture di accoglienza ed a tutti abbiamo offerto uno strumento di crescita»

«E’ stato un piacere avere questo incarico- ha detto il Mister Domenico Rosolia- i Black Lions fanno un calcio eccezionale che io definisco africano-brasiliano. Sono molto tecnici». Durante la serata è stato presentato il report “Black Lions- Storia di un successo” a cura di Stefania Marino, referente della comunicazione.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#