Migranti ad Auletta. Verifiche sulla struttura che li ospita. Pessolano: “Non c’è acqua potabile”

Il sindaco di Auletta ha fatto sapere di aver avviato delle verifiche sulla struttura di Lontrano che da ieri ospita trenta migranti. “Siccome siamo il paese dell’accoglienza – ha detto – dobbiamo capire se la struttura privata abbia tutti i criteri per poter ospitare delle persone”. Tra i vari punti che saranno controllati anche quelli dell’acqua. “Mi risulta – ha detto ancora il primo cittadino – che non ci sia acqua potabile”. Il sindaco inoltre ha anche fatto sapere che di concerto con il primo cittadino di Sala Consilina, Francesco Cavallone, in qualità di Comune capofila del Piano sociale di zona (tra le amministrazioni è stato trovato un accordo sulle adesioni agli Sprar) è stata inviata una nota alle autorità competenti per chiedere che non vengano più effettuati “blitz” del genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#