Sala Consilina, si spaccia per finto maresciallo, fa innamorare un anziano e lo truffa. Arrestata donna di Solofra

Si è spacciata per un maresciallo dei Carabinieri e ha circuito un uomo di Sala Consilina affetto da una malattia neurodegenerativa, i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, coordinati dal Capitano Davide Acquaviva, hanno scoperto ed arrestato una donna pregiudicata di Solofra (Av) per false dichiarazioni a Pubblico Ufficiale e circonvenzione di incapace.

Nello specifico i Militari della Stazione Carabinieri di Sala Consilina, appresa la notizia di reato che la donna arrestata, unitamente ad un uomo, quest’ultimo, un sessantacinquenne pregiudicato di Salerno denunciato nel medesimo contesto per concorso nel reato, aveva falsamente dichiarato di essere un maresciallo dell’Arma, hanno rintracciato l’autovettura in loro uso presso l’abitazione dell’anziano di Sala Consilina.

L’intervento immediato dei Carabinieri ha interrotto, nella flagranza di reato, l’azione della donna che si era qualificata al povero malcapitato ed ai militari stessi quale maresciallo dei Carabinieri della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

La truffatrice con raggiri era riuscita ad ottenere dall’uomo, il quale si era innamorato del finto militare donna, la sua carta bancomat con il relativo p.i.n., una cartella con i suoi documenti per l’accensione di un finanziamento ed un telefono cellulare. I due avevano anche preso il cellulare dell’anziano per evitare che allertasse le Forze di Polizia.

Nei giorni precedenti, la sedicente maresciallo aveva preso dall’anziano alcuni monili in oro e danaro, promettendogli falsamente di voler convolare a nozze con lui e, perciò, di voler acquistare un’abitazione. Il maltolto, recuperato dai Carabinieri di Sala Consilina, è stato restituito ai familiari, tutori della vittima. La donna è stata sottoposta agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#