Nell’inferno di Atena Lucana il lavoro senza sosta degli operai della Comunità montana

Ancora arde l’incendio di Atena Lucana. A vederlo da lontano, ieri, sembrava un vulcano vivo. Le fiamme da chilometri sembravano uscire da un cono di alberi e terreno. Ma, da vicino, purtroppo rappresentavano e rappresentano l’ennesimo scempio a un territorio valdianese provato da giorni di incendi e roghi su tutto il comprensorio. Provati come gli uomini dei soccorsi. Gli operai della squadra anti incendi della Comunità montana Vallo di Diano ieri si sono spostati dall’incendio di San Pietro al Tanagro e San Rufo a quello tra le montagne di Atena Lucana e Polla. Dalle 19 di ieri le squadre sono all’opera in località Sant’Ippolito e hanno lavorato anche in condizioni notturne per cercare di spegnere il rogo. Lavoro intenso, ovviamente, anche per vigili del fuoco e protezione civile.

Un incendio, intanto, si è registrato anche nella zona di Roscigno e il sindaco Pino Palmieri ha attaccato le istituzioni “Ho toccato con mano l’ennesima emergenza sul nostro territorio. L’approssimazione, l’incapacità, l’inadeguatezza e la superbia politica stanno mettendo, giornalmente, in pericolo il nostro territorio”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#