Il ricordo indelebile di Maria Dorotea Di Sia tra arte, lacrime e fotografie. Il padre: “Fissate la data del processo di appello”

Emozioni, appelli e un ricordo indelebile: Maria Dorotea. E’ stata una giornata all’insegna dell’arte, dei colori e dell’allegria nel ricordo di una ragazza che è scomparsa troppo presto, vittima di un incidente stradale e di un “autista che sotto effetto di droga e alcol – ricordano i genitori – la ha uccisa”. Maria Dorotea Sia è stata studentessa di Belle Arti a Brera e aveva un grande talento. Immenso. La sua vita è stata spezzata il 13 maggio del 2014 in Puglia da un’auto impazzita sulla quale viaggiava e che andò a sbattere contro un pilastro. Ieri, in occasione del suol compleanno, avrebbe compiuto 29 anni, si è tenuto il “Doroty Dream Day 2017”, organizzato dalla famiglia e da un gruppo di amici di Dorotea in collaborazione con i comuni di San Giovanni a Piro e Santa Marina. Due gli appuntamenti. Al mattino, con inizio alle 10, a Casa Stella, è stato organizzato un vero e proprio laboratorio dell’arte e della fantasia, immerso nel verde di contrada San Onofrio con l’accompagnamento del musicista Andrea Lucisano, che ha incantato soprattutto i più piccoli con la “Danza delle Farfalle”, evento ludico-filosofico sul senso della vita e sulle giovani generazioni. Nel tardo pomeriggio un incontro sul porto di Policastro Bussentino dove, a partire dalle 18, sono state allestite mostre di pittura e fotografia e la premiazione della terza edizione del contest fotografico legato al “Doroty Dream Day”.  Ha vinto Orlando Morrone di San Giovanni a Piro, secondo posto per lo Sprar di Policastro e terzo Emanuele Montesano. L’occasione è servita al padre di Maria Dorotea anche per rilanciare la richiesta al presidente Mattarella di far fissare la data del processo di appello a quasi due anni dalla sentenza di primo grado che ha condannato a tre anni il conducente della vettura.

19942903_532913970165747_3887639114137918791_o * la foto vincitrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *