Arresto presunto “piromane” a Teggiano”. Il commento di Matteo Salvini:“Speriamo stia in galera almeno due giorni”

La notizia dell’arresto a Teggiano di un giovane rumeno ritenuto il responsabile dell’incendio dell’area boschiva “Pedemontana” a Teggiano, nel cuore del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano ed Alburni ha scatenato reazioni e commenti tra i cittadini valdianesi e non solo dai toni, in alcuni casi, anche molto aspri. L’arresto è stato eseguito dai Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, in flagranza di reato. Grazie proprio ad un Carabinieri fuori servizio della Compagnia salese che ha notato il 24enne straniero addentrarsi nel bosco a piedi con fare sospetto. In quel bosco la scorsa settimana sono stati incendiati circa 80 ettari di macchia mediterranea. Ed il militare ha avuto ragione, poiché ha sorpreso l’uomo lanciare un oggetto infuocato tra le sterpaglie secche, provocando rapidamente un incendio, prima di darsi alla fuga. Il militare, dopo aver allertato la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina, si è adoperato per domare le fiamme, con l’ausilio di alcuni residenti mentre nel frattempo le ricerche messe in atto dai militari della Compagnia valdianese hanno permesso di rintracciare il presunto piromane. Intanto i commenti alla notizia da parte dei cittadini valdianesi sono migliaia e alcuni dai toni estremamente duri: “da chi augura al presunto piromane la stessa sorte della vegetazione andate in fiamme in questi giorni” a chi solleva il “problema immigrazione e accoglienza” proponendo per il giovane rumeno “una pena esemplare e l’espulsione dall’Italia!” o ancora che “ si chiudano frontiere e porti”. Insomma il problema degli incendi che stanno mettendo in ginocchio l’intera Penisola sembra avere una connessione per alcuni cittadini ed esponenti politici con la questione immigrazione, come testimonia un post di Matteo Salvini che sulla sua pagina facebook ha commentato la notizia dell’arresto del piromane a Teggiano così :

salvini“Uno straniero di 24 anni è stato arrestato in Campania mentre appiccava un incendio in un bosco. In attesa di pagare la pensione agli italiani, faceva il piromane. Grazie Boldrini! P.s. Speriamo stia in galera almeno due giorni…”.

 Solo cinque giorni fa nella Terra dei Fuochi è stato arrestato un 74enne di Giugliano sorpreso ad appiccare un incendio. La questione incendi con le relative possibili connessioni anche  con le organizzazioni criminali e a possibili “mandanti italiani”, come si ipotizza in alcuni commenti alla notizia dell’arresto a Teggiano e quella dell’immigrazione  dell’accoglienza dovrebbero forse essere affrontati con maggiore attenzione e conoscenza dei fatti. Anche perché nel frattempo ad esempio, i roghi continuano sia nella Piana del Sele che in diversi comuni Cilentano.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#