La Beffa del Carcere: chiude a Sala Consilina, milioni di euro per riaprire a Lagonegro. Cavallone: “Orlando si dimetta”

Sul fronte Carcere l’ennesima beffa ai danni di Sala Consilina e del Vallo di Diano da parte del Ministero della Giustizia (e del PD) si consuma in questa torrida estate e scatena l’ira del sindaco Francesco Cavallone, che attacca duramente il Ministro Andrea Orlando nel corso di una infuocata conferenza stampa (GUARDA IL NOSTRO VIDEO SERVIZIO CON LE DURISSIME AFFERMAZIONI DEL SINDACO CAVALLONE).

 

 

CARCERE CONFERENZA STAMPA SALA CONSILINA CAVALLONE 2 CARCERE CONFERENZA STAMPA SALA CONSILINA CAVALLONE 3

A dare fuoco alle polveri la risposta trasmessa dal Ministero della Giustizia al Presidente del Tribunale di Lagonegro Matteo Claudio Zarrella, che attraverso una missiva lamentava l’assenza di un carcere nella disponibilità del Tribunale accorpato dopo che il penitenziario di Sala Consilina è stato chiuso. “Non vi preoccupate -possiamo riassumere così, semplificando molto, il senso della risposta inviata dal Ministero a Zarrella- perché abbiamo in mente di riaprire l’ex casa mandamentale di Chiaromonte oppure l’ex casa circondariale di Lagonegro”. Ma c’è di più: dal Ministero penserebbero di investire circa un milione di euro per Chiaromonte, oppure addirittura 6 milioni di euro per il carcere di Lagonegro. Mentre nessuna menzione si fa dell’ex Carcere di Sala Consilina.

CARCERE SALA CONSILINA

Una vicenda che ancora una volta lascia allibiti, sbigottiti, senza parole per la sfacciata volontà di favorire il territorio lagonegrese al di là di ogni logica razionale, come già è stato fatto per il Tribunale di Sala Consilina. Ora il bis con il carcere, che sarebbe quindi l’ennesima beffa. Il sindaco Cavallone non ci sta, e attacca durissimamente il Ministro Orlando, accusandolo tra le altre cose di “non averne fatta una giusta”, di non “saper gestire il suo Ministero” e chiedendo le sue dimissioni. Parole forti ma che rischiano di non sortire alcun effetto, anche perché l’impressione è che anche in questa “giusta” battaglia Sala Consilina rischi di essere lasciata sola dagli altri comuni Valdianesi, e dai rispettivi primi cittadini: difficile immaginare di vederli dire una parola contro il PD a pochi mesi dalle elezioni. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *