Parco e Comune di Sassano vicini ad Acquaviva. Pellegrino: “azione che merita condanna, ma che non fermerà il lavoro dei Carabinieri”

Sono tante le manifestazioni di solidarietà giunte da amministratori ed associazioni del Vallo di Diano ai Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina comandata dal Capitano Davide Acquaviva, inseguito all’atto intimidatorio subito dai Militari.

A poche ore di distanza, dal rinvenimento a poche centinaia di metri dalla caserma dei Militari di una testa di maiale, due cartucce e una corda, infatti, l’Amministrazione comunale di Sassano, guidata dal Sindaco Tommaso Pellegrino, ha voluto far sentire la sua vicinanza al Capitano Acquaviva e ai suoi uomini.

Il primo cittadino di Sassano e Presidente del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano ed Alburni ha sottolineato quanto le Forze dell’Ordine ogni giorno sono impegnate a garantire l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini a rischio, anche, della loro stessa incolumità e pertanto è inaccettabile che possano subire gesti così vili.

Un’azione, ha ribadito Pellegrino, che merita una ferma condanna ma che sicuramente non riuscirà a disturbare l’azione quotidiana e incessante dell’Arma nella lotta alla criminalità. Il Presidente del Parco ha elogiato anche l’ottimo lavoro svolto da Acquaviva e dai suoi uomini che giornalmente offrono un servizio straordinario di controllo del territorio e di contrasto alla criminalità e l’intimidazione ricevuta ne è una conferma. Il Capitano Acquaviva ad un anno dal suo arrivo presso la Compagnia di Sala Consilina, infatti ha detto Pellegrino, ha raggiunto grandi risultati per un bilancio di operazioni svolte da record.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *