Il comune di Auletta dichiara lo stato di calamità a causa della siccità: “La Regione aiuti allevatori e agricoltori”

Il comune di Auletta dichiara lo stato di calamità a causa del  perdurare della siccità nel territorio comunale. Lo si evince da una delibera di giunta comunale . “Il persistere dello stato di siccità, causato dalla mancanza di piogge, ha arrecato gravi danni alle aziende agricole e pastorali compromettendo l’annata agraria con pesanti ripercussioni economiche per mancata o ridotta produzione delle aziende presenti sul territorio comunale”. Per questo l’amministrazione guidata da Pietro Pessolano ha ritenuto opportuno con una delibera di giunta di informare sulla situazione di criticità che si vive sul territorio comunale aulettese  gli organi preposti, ed in particolare la Regione Campania ed il competente Assessorato all’Agricoltura , richiedendo quindi alla stessa Regione “il riconoscimento dello stato di calamità naturale per il perdurare della siccità, la concessione, degli aiuti economici agli allevatori ed agricoltori e di disporre che gli uffici comunali competenti raccolgano le istanze di segnalazione dei danni subiti da agricoltori, allevatori e aziende agricole che si ritengono danneggiati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *