Bimba accusa un malore allo svincolo autostradale di Polla, salvata da due sconosciuti. La mamma: “Aiutatemi a trovare i nostri due angeli”

Una bambina di nove anni, il pomeriggio del 24 agosto, si è improvvisamente sentita male in auto lungo la Salerno-Reggio Calabria all’altezza dello svincolo di Polla, non riuscendo a respirare. La mamma al suo fianco, una donna di Scafati, si è accorta di quanto stava avvenendo, ha parcheggiato la sua auto sulla corsia di emergenza e tentato – disperata – le manovre di soccorso. In una situazione davvero critica si è fermato un primo angelo custode – racconta la donna a medianews24 in un dettagliato racconto di Raffaella Ascione – che ha tranquillizzato la donna e fermato un’altra auto. Da questa è sceso un uomo, un vigile del fuoco fuori servizio, che ha provveduto ad aiutare la donna e la bambina, nel frattempo ha chiamato il 118 e la Polizia stradale con una pattuglia di Sala Consilina giunta sul posto. Ambulanza e polizia hanno portato in tutta fretta la bambina all’ospedale “Luigi Curto” di Polla dove è stata curata e dove si è ripresa. Ora sta bene. La mamma ora cerca i due angeli custodi, i due sconosciuti che hanno salvato la piccola Lidia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#