Padula e Pollese affidano le panchine a due bandiere: Sarli e Sarno allenatori di un calcio “romantico”

Le bandiere, soprattutto nel calcio dilettantistico, sono difficili da ammainare. Anzi devono sventolare forte per far sì che i paesi, nelle proprie squadre locali, ritrovino identità e socializzazione. E per questo motivo che Padula e Polla si affidano a due bandiere per allenare le rispettive squadre. Entrambe le compagini, Padula e Pollese, disputeranno il campionato di Prima categoria ed entrambe puntano su chi ha i colori sociali e del paese nel cuore. Americo Sarli giovane e promettente tecnico si prende in mano le sorti della compagine della Certosa cara al presidente Anania. Poco più di 30 anni Sarli è un ex giocatore del Padula, ha dovuto abbandonare il campo di gioco per motivi fisici ma il suo cuore è sempre battuto per il Padula. A Polla, invece, per cercare di rivitalizzare soprattutto l’entusiasmo tra il pubblico e la cittadinanza dopo alcune stagioni in caso (che hanno seguito la gioia della vittoria del campionato di Seconda categoria di quattro anni fa) ecco l’esordio in panchina di chi forse ha più presenze di tutti con la maglio gialloverde: Donato Sarno a 40 anni ha lasciato il calcio giocato (con esperienze fino in Eccellenza) e indosserà la giacca da allenatore puntando soprattutto sullo spirito dei pollesi. Due allenatori entusiasti e soprattutto due bandiere per quel romanticismo che non si deve perdere, quanto meno nel calcio dilettantistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#