Sala Consilina, successo per la 24^ Pedalata Ecologica: 180 i partecipanti, ma il ciclo-turismo resta ignorato nel Vallo di Diano

Si chiama Flavio Paradiso, ha compiuto da pochi giorni 5 anni ed è stato il più giovane partecipante alla 24^ edizione della PEDALATA ECOLOGICA, svoltasi domenica a Sala. Consilina.

 

PEDALATA ECOLOGICA PEDALATA ECOLOGICA 2

Flavio ha compiuto i 21 km del percorso con la sua bici rigorosamente senza rotelle, ed è il migliore testimoniai dell’entusiasmo che ha accompagnato anche l’edizione 2017 dell’ormai tradizionale appuntamento organizzato dall’Associazione Bike in Tour per invitare i concittadini all’utilizzo della bicicletta.

pedalata ecologica 2017

Un invito accolto da ben 180 partecipanti in questa edizione della Pedalata Ecologica, che ha visto presenti famiglie intere con addirittura 6 persone, ma anche stranieri al momento ospiti del Vallo di Diano tra i quali una texana e una venezuelana. Insomma una conferma di come la bicicletta sia non solo uno strumento di mobilità sostenibile, ma anche idoneo a generare momenti ludici ed aggregativi, nonché funzionale ad una migliore fruibilità dei beni culturali e paesaggistici presenti nel nostro territorio comunale. Missione compiuta dunque per l’evento ciclo-turistico che ha preso il via dal Piazza Umberto I, per poi costeggiare gli “Orti di Sala” ed il nido delle cicogne, raggiungere il Battistero Paleocristiano e tornare in centro per le premiazioni ed i saluti finali. Quest’anno la sicurezza delle strade è stata ulteriormente garantita attraverso il coinvolgimento del Nucleo Comunale di Protezione Civile. La pedalata non competitiva rappresenta dunque una attesa occasione per vivere qualche ora in bicicletta con la famiglia e con gli amici, oltre che l’opportunità di scoprire il Vallo di Diano da altro punto di vista. Il successo dell’evento dovrebbe anche far scattare qualche “campanellino” nella testa di politica ed istituzioni valdianesi: il ciclo turismo, se dotato di adeguate strutture e attrezzature, potrebbe davvero rappresentare una risorsa importante per lo sviluppo turistico territoriale. Un tema spesso abbozzato ma sempre rimasto sulla carta, nonostante sia facile per tutti ad esempio immaginare l’attrattività di una pista ciclabile che attraversi tutto il Vallo di Diano, seguendo il percorso del fiume Tanagro, da Polla a Casalbuono,

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#