Basket, Serie D: la Diesel Tecnica si sblocca anche in trasferta. Vittoria di spessore a Torre del Greco

 

«Good vibrations», alla maniera dei Beach Boys. O, se preferite, buone, buonissime sensazioni. La Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità gioca una partita di alto profilo a Torre del Greco e conquista il secondo successo in campionato, confermandosi nel ristretto gruppo all’inseguimento delle finora imbattute Basket Club Irpinia, Pallacanestro Santa Maria a Vico, Pallacanestro Afragola e Sporting Portici. Contesa improntata alla fisicità fin dalla palla a due: i partenopei privilegiano l’asse Piscicelli-Di Donna per muovere il punteggio e rintuzzare la partenza decisa dei bianco-azzurri, che allungano fin dalle prime bracciate grazie alle triple di Cusumano e Durante ed alle incursioni nell’area torrese di un Ambrosano quanto mai esplosivo (26 punti per l’ex capitano della Treofan Battipaglia). Trinità imprime un’ulteriore accelerazione a fine primo quarto: l’unico tiro da tre messo a segno da Maleckas ed un altro centro dall’arco di Capaccio portano i salesi sul +9 (19-28). Andatura più moderata nella seconda frazione: percentuali dal campo più basse su entrambi i fronti, difese più aggressive che fanno salire il conto dei tiri liberi. In ogni caso, il quintetto allenato da Gennaro Durante e Giuseppe Aumenta frena la fantasia di Piscicelli, controllato a vista da Botta e Norci, concedendo appena tre canestri dal campo in tutto il quarto. I punti pesanti di Cusumano – preciso tanto a cronometro fermo, quanto dal prediletto arco dei tre punti – ed una marcatura di Gianluca Campaiola, al solito presente quando si è trattato di raccogliere palloni a rimbalzo, lasciano in eredità ai bianco-azzurri sette lunghezze di vantaggio: 35-42 a metà gara. I tiratori si riprendono la scena al ritorno sul parquet: Ambrosano e Capaccio (21 punti per l’ex Hippo Basket) puniscono le cattive rotazioni della difesa vesuviana, che prova a replicare – seppure a fatica – con Paolillo e Coppola. Trinità attacca con insistenza l’area torrese, costringendo il quintetto di coach Cirillo a spendere il bonus: altro salutare balsamo per i salernitani, che chiudono il terzo periodo avanti di nove (49-58). L’assalto dello Sporting Club Torregreco è rabbioso ma poco redditizio: tante incursioni in area, poco spazio alla circolazione di palla. Merito di una Diesel Tecnica che, pur concedendo qualcosa sotto i tabelloni, non fa prigionieri nei momenti cruciali della partita: la cordata Capaccio-Ambrosano piazza uno sfiancante uno-due; Cusumano ed un preziosissimo Sorrentino ribadiscono il concetto dai 6.75. Un maestoso Ambrosano si riprende per l’ultima volta la scena: due triple per il 70-82 di fine corsa. Altro giro di giostra, altra trasferta partenopea: domenica prossima (ore 19) c’è il Basket Volla, in una succosa riedizione del duello che ha caratterizzato l’ultimo campionato di Promozione.

 

Carmine Marino, Melfi

 

Serie D/Girone A, terza giornata. I risultati

Basket Club Irpinia – Sammaritana Basket 76-61; Pallacanestro Afragola – Flat Sport San Giorgio 88-59; Sporting Portici – Basket Volla 78-71; Sorriso Azzurro Sant’Antimo – Polisportiva Folgore Nocera 67-70; Polisportiva Pro Cangiani – Park8 Napoli 78-58; Basket Koinè – Forio Basket 102-68; Sporting Club Torregreco – Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità 70-82; Polisportiva Agropoli – Pallacanestro Santa Maria a Vico 45-77

 

La classifica

Basket Club Irpinia, Pallacanestro Santa Maria a Vico, Pallacanestro Afragola, Sporting Portici 6; Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità, Polisportiva Pro Cangiani, Basket Koinè 4; Basket Volla, Sammaritana Basket, Flat Sport San Giorgio, Polisportiva Folgore Nocera, Forio Basket, Sporting Club Torregreco 2; Sorriso Azzurro Sant’Antimo, Park8 Napoli, Polisportiva Agropoli 0

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#