Ex Tribunale, Giustizia Possibile: “Il Comune di Sala Consilina deliberi per il ricorso alla Corte Europea”

Sembra strano ma c’è ancora chi si batte per il ripristino dei Tribunali soppressi a causa della riforma della Geografia Giudiziaria, ed in prima fila c’è l’Associazione Giustizia Possibile. Lo scorso mese di settembre a  Roma, presso la Corte di Cassazione, si è tenuta la riunione dei sindaci e degli avvocati che hanno subito la Chiusura dei Tribunali, alla presenza tra gli altri del professor Mario SERIO, docente presso l’Università di Palermo ed esperto in diritto comunitario. Sotto i riflettori la  proposta di un ricorso alla Corte Europea contro la riforma della geografia giudiziaria ed i suoi effetti.

ELISABETTA GIORDANO GIUSTIZIA POSSIBILE

L’’iniziativa è partita dal Comune di Mistretta, che ha visto la chiusura del suo Tribunale accorpato a quello di Patti, ed a partire dal mese di giugno scorso ha visto immediatamente coinvolta  l’Associazione Giustizia Possibile per il Tribunale di Sala Consilina, che ha collaborato fin dalle prime fasi,  ed ha preso parte alla riunione di Roma, rappresentata dall’avvocato Elisabetta Giordano.

incontro roma

I comuni che hanno aderito all’iniziativa oltre a  Mistretta sono Acqui Terme, Alba, Ariano Irpino, Avezzano, Bassano del Grappa, Camerino, Casale Monferrato, Chiavari, Crema, Lanciano, Lucera, Melfi, Modica, Mondovì, Montepulciano, Nicosìa, Orvieto, Pinerolo, Rossano, Sala Consilina, Saluzzo, Sant’Angelo dei Lombardi, Sanremo, Sulmona, Tortona, Tolmezzo, Vasto Vigevano e Voghera.  “L’incontro tenuto il 7 settembre scorso a Roma -spiega Elisabetta Giordano-  è stato un incontro preliminare incentrato soprattutto  sul profilo tecnico della proposizione del ricorso  e sulle specificità tecniche dei diversi Tribunali. Il Sindaco del Comune di Mistretta ha deliberato in favore del ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo, statuendo formalmente tale volontà. La delibera è stata inviata a tutti i 29 Comuni sede dei Tribunali  soppressi, affinché aderissero alla iniziativa con identica deliberazione. Ma a distanza di tempo il comune di Sala Consilina non ha ancora deliberato in merito”. L’Associazione Giustizia Possibile invita quindi il Sindaco Francesco Cavallone, presente all’incontro di Roma, di formalizzare, con apposita delibera, la volontà di aderire all’iniziativa intrapresa dal Comune di Mistretta. “Per l’ex Tribunale di Sala Consilina -sottolinea Elisabetta Giordano- il ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo contro la soppressione è particolarmente appropriato, trattandosi dell’ unico caso in Italia ad essere accorpato ad un tribunale più piccolo fuori provincia, fuori regione e mancante di ogni requisito di permanenza”. L’Associazione Giustizia Possibile invita anche i cittadini valdianesi a  tenere alta l’attenzione sulla questione,  affinché non si ripetano i gravissimi errori del passato. “Sono proprio i cittadini i primi difensori del territorio -conclude Elisabetta Giordano- e abbandonare questa lotta significa continuare a permetterne  il degrado”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#