Benedetta De Luca di Sala Consilina: “Una tesi di laurea cucita sulla mia pelle. Facciamo qualcosa per eliminare le barriere architettoniche”

Una tesi di laurea cucita sulla propria pelle. Emozioni, sensazioni ma soprattutto le tante prove che l’autrice del lavoro ha dovuto affrontare e superare nel suo percorso di vita sono, raccontate nero su bianco da Benedetta De Luca, giovane originaria di Sala Consilina nata con una agenesia del sacro che la costringe a vivere aiutata dalla sua sedia a rotelle e dalle sue stampelle. Benedetta, infatti, si è laureata qualche giorno fa in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Salerno presentando una tesi sui diritti delle persone diversamente abili. La neo dottoressa ha voluto raccontare, ai nostri microfoni, le sue emozioni ma soprattutto ha voluto affrontare il problema delle barriere architettoniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#