Certosa di Padula, Noi con Salvini: “Ci proponiamo per pulire l’ingresso sommerso dai rifiuti”

Di seguito il comunicato stampa a firma Giuseppe Vitolo,  Vice Coordinatore Provinciale di “Noi con Salvini” Vallo di Diano e Alburni, Giuseppe Vitolo in merito alla “scarsa pulizia” Certosa di San Lorenzo a Padula. 

giuseppe (1)In merito all’articolo nel quale il Direttore Albanese Michele della BCC Monte Pruno , Roscigno e Laurino, lamenta l’effettiva scarsa pulizia della Certosa, perla del Vallo di Diano, Patrimonio dell’UNESCO, vorremmo umilmente, fare delle proposte in merito all’accaduto. Noi come Movimento “NOI CON SALVINI” , nello specifico, la compagine Diano – Alburni, ci proponiamo di pulire l’ingresso della Certosa, sommerso da rifiuti, dalla maleducazione e la strafottenza di chi dovrebbe proteggere tanta bellezza e storia, non solo Valdianese ma d’Europa, e ci permettiamo, di fare delle proposte operative per far si che la magnifica Struttura Certosina non sia solo meta occasionale di visite, ma fulcro vitale di rinascita comprensoriale e non solo.

Le nostre proposte:

  • Creare nuova occupazione, indicendo un bando pubblico per la formazione gratuita di nuove guide turistiche aperta principalmente ai disoccupati per rilanciare la crescita occupazionale del Vallo di Diano ed Alburni;
  • Utilizzare la Certosa come centro per sedute di Musicoterapia, Psicoterapia, Pet Therapy, dato che nel nostro territorio, sono presenti diverse realtà patologiche che possono essere trattate oltre l’ospedalizzazione coatta;
  • Istituzione di un Centro Studi per il Vallo di Diano e Alburni, Economico – Sociale, per l’individuazione delle problematiche e la risoluzione con interventi occupazionali e popolativi, per far ripartire i territori economicamente ed evitare lo spopolamento.

Crediamo di essere temerari in tutto ciò ma dato che finora, le lamentele sono state all’ordine del giorno, in molti contesti sociali, politici e connessi, ci proponiamo come eventuali risolutori di problematiche reali e di rilancio globale dei nostri territori.

La Certosa è un bene comune, non un sacco dell’immondizia! Ripartiamo da zero, un bene comune, ma per tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *