Sala Consilina, confronto su Fine Vita e Testamento Biologico. Mons. De Luca ai Parlamentari: “Avete fatto danni”

Davvero interessante il confronto sui temi del Fine Vita e del Testamento Biologico organizzato dal Comune di Sala Consilina ed in particolare dalla consigliera Elena Gallo presso l’Auditorium Cappuccini.

Oltre a portare sotto i riflettori temi di strettissima attualità, l’incontro ha avuto il merito di mettere a confronto relatori prestigiosi e competenti, che hanno affrontato la problematica da diverse angolazioni.

TESTAMENTO BIOLOGICO CONFRONTO MONS DE LUCA

Dopo l’introduzione del sindaco Francesco Cavallone, al dibattito sono infatti intervenuti Mons. Antonio De Luca, Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro, l’avvocato Francesco Di Paola, Membro della Giunta dell’Associazione Luca Coscioni, e il Dottor Maurizio Pintore, Coordinatore dell’Hospice del Distretto Sanitario 66 Salerno. In particolare molto duro l’attacco di Monsignor De Luca alle forze Parlamentari ormai giunte a fine mandato: “Hanno fatto più danni loro delle legislazioni precedenti –ha affermato il Vescovo De Luca- senza riuscire ad approvare provvedimenti né per ridurre i loro vitalizi né per lo Jus Soli, ma con un iter velocissimo e superficiale hanno approvato una legge che pur importante non era così urgente”.

 

Completamente diverso il punto di vista dell’Avvocato Francesco Di Paola, in questi giorni impegnato nella difesa di Marco Cappato, l’esponente dei Radicali e tesoriere dell’associazione Luca Coscioni sotto processo a Milano per aver favorito il suicidio di Dj Fabo. “La legge sul Testamento Biologico approvata dal Parlamento è solo un primo passo –ha sottolineato Di Paola- verso altre battaglie che dovranno vedere raggiunti obiettivi ancora più importanti, come la legge sull’eutanasia”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#