Ospedale di Polla, negli ultimi mesi assunti 14 medici specialisti: ecco chi sono

Si insedierà come annunciato giovedì 1° febbraio il nuovo Dirigente Responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale di Oculistica dell’Ospedale di Polla. Si tratta del dottor Alfonso Pellegrino, che arriva dall’Ospedale di Eboli ed è stato nominato vincitore dell’apposito avviso indetto dall’ASL. Molto stimato nel settore, il dottor Pellegrino nei giorni scorsi ha già visitato il Luigi Curto e salutato il direttore Mandia.

Il suo arrivo è una buona notizia per l’Ospedale di Polla, che a causa della perdita del Primariato di Oculistica aveva dovuto salutare il precedente Primario Gianni Iovieno. Ma il nosocomio del Vallo di Diano e la sua utenza sono in questo caso “caduti in piedi”, grazie proprio al nuovo dirigente responsabile in arrivo, il dottor Alfonso Pellegrino, che insieme a tutto il personale di oculistica potrà continuare a garantire alti standard ad uno dei reparti più rinomati dell’Ospedale di Polla. Non si tratta in ogni caso dell’unica buona notizia per il Luigi Curto: va infatti sottolineato che negli ultimi mesi sono stati ben 14 i medici specialisti assunti presso il nosocomio del Vallo di Diano. Oltre ad Alfonso Pellegrino ci sono infatti il responsabile di Radiologia Giacomo Faenza, Virginia Tagliamonte presso il centro Trasfusionale, Giancarlo Messali a Radiologia, e Cristina Manzi a Urologia. E poi ancora l’Anestesista Giuseppina Di Palma, Tommasina Strazzullo e Luca Montesarchio in Chirurgia, Silvia D’Arienzo per Anestesia e Carla Contaldi, Antonella Paglia e Lucia Di Napoli in Cardiologia. Completano per ora il quadro Anna Silvestro in Neurologia, ed Antonio Innac , Dirigente Medico Responsabile di Medicina e Chirurgia d’Accettazione e quindi del Pronto Soccorso. Insomma una vera e propria boccata d’ossigeno, almeno dal punto di vista della atavica carenza dei medici, per l’Ospedale di Polla. E indubbiamente una buona notizia per la sanità e per i cittadini del Vallo di Diano.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#