Abiti griffati venduti in modo illecito in Italia: scatta il sequestro a Cava de’ Tirreni

La Guardia di Finanza di Cava de’ Tirreni ha eseguito un controllo nei confronti di un’impresa commerciale che effettuava la vendita al dettaglio di capi di abbigliamento di una nota griffe. Le indagini hanno permesso di rilevare una metodologia di vendita illecita già perpetrata e acclarata in altre circostanze, posta in essere attraverso la cessione dei capi di abbigliamento, da parte di un operatore economico con sede a San Marino, il quale però non era autorizzato alla commercializzazione in Italia, poiché in tale mercato l’unico legittimato al relativo commercio era esclusivamente il proprietario statunitense. L’operatore commerciale, resosi responsabile dell’illecita vendita dei 233 capi rinvenuti, nel corso delle attività, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore. L’attività di servizio svolta conferma la costante presenza della Guardia di Finanza sul territorio a contrasto dei fenomeni illeciti che possono arrecare gravo danno ai consumatori e ai commercianti rispettosi delle regole di mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#