A Sala Consilina depositati i primi due testamenti biologici. La soddisfazione dell’ass. Coscioni

Presso l’ufficio Stato Civile del Comune di Sala Consilina ieri pomeriggio sono stati consegnati i primi 2 testamenti biologici. Una giornata storica che ha sancito l’avvio del funzionamento del registro per le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento. il cosiddetto “Testamento biologico”, presso il comune capofila del Vallo di Diano. A depositare i 2 testamenti sono stati Tonino Spinelli e Domenico Trotta. Spinelli, gia consigliere comunale , si è tanto prodigato nel portare avanti questa battaglia di civiltà. “Ad aiutarmi e sostenermi, spiega Spinelli, sono stati sia il gruppo Positivo di cui faccio parte, sia la stessa maggioranza del sindaco Francesco Cavallone che ha condiviso e sposato questa causa . Non è mancato poi, termina Spinelli, il sostegno di Filomena Gallo, segretario dell’associazione Luca Coscioni”.

28576878_10215497511661548_2782222757268501384_n 28660299_10215497513781601_4588687035753262217_n 28661072_10215497511341540_9065100648119986875_n 28870186_10215497513301589_8259883380217135266_n

Per poter consegnare il proprio biotestamento da oggi dunque è possibile recarsi presso l’ufficio di stato civile del Comune di Sala Consilina e richiedere il modulo prestampato, modulo scaricabile anche dal sito della stessa associazione Luca Coscioni. Una volta compilato e firmato dalle 2 persone che si intende nominare fiduciari, uno dei quali fiduciario supplente, il modulo va riconsegnato all’ufficio di Stato Civile dalla stessa persona che l’ha redatto. Dopo l’autentica della firma, una copia del biotestamento resterà al Comune, l’altra a colui che ha redatto il testamento. Una ricevuta verrà invece consegnata al fiduciario. “E’ bello scoprire che oggi due persone di Sala Consilina hanno potuto liberamente scegliere di esercitare un diritto per il cui riconoscimento l’associazione Luca Coscioni si è battuta per anni”, afferma l’avvocato Franco di Paola, membro di giunta dell’associazione Coscioni , “Dopo 69 anni dall’entrata in vigore della carta costituzionale, con la legge 219/17 si è finalmente attuato il principio dell’art. 32 della Costituzione”, termina Di Paola.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *