Luca Abete incontra gli studenti dell’Università di Salerno: “Non smettete mai di sognare”

“Ho capito negli anni che i ragazzi non hanno bisogno dei soliti consigli, ma di buoni esempi. Per questo da quattro anni giro l’Italia, per raccontare la mia storia. Ero uno studente come loro e come tutti avevo un sogno. L’ho inseguito e infine raggiunto tra tante difficoltà che non mi hanno scoraggiato, anzi mi hanno reso più forte, determinato e consapevole di quanto sia possibile essere artefici della propria fortuna. La mia storia può essere quella di moltissimi ragazzi. È per questo che voglio che l’ascoltino più orecchie possibili”. questa la motivazione di Luca Abete, lo storico inviato di Striscia la Notizia, per il suo tour #NonCiFermaNessuno, tour motivazionale. Quella di Fisciano è stata la terza tappa organizzata con la collaborazione del Servizio Placement di Ateneo e con l’ADI, l’Associazione dottorandi e dottori italiani.

Moltissime le università che dal 2014 hanno ospitato questa campagna sociale senza precedenti, dal nord al sud. Al grido #NonCiFermaNessuno! migliaia di studenti degli atenei e delle scuole italiane vengono coinvolti per parlare di coraggio, passione e di incidenti di percorso capaci di diventare opportunità. Una vera e propria conferenza-spettacolo ad ingresso libero (fino a esaurimento posti) scandita da video, gag, testimonianze: un’esperienza extra didattica coinvolgente e appassionante, che emoziona e fa riflettere, diverte e commuove. Un esperimento di comunicazione che arriva dritto al cuore, sfidando luoghi comuni e pessimismo generale: un’incredibile iniezione di fiducia per coloro che, in un periodo storico incerto e complesso, possono trovare la fortuna tanto agognata ripartendo proprio da se stessi. Il tema conduttore scelto quest’anno è quello del sorriso, strumento semplice e potente che va valorizzato e portato al massimo delle sue potenzialità grazie all’idea comunicativa di una portentosa “pasta dentifricia”, resa unica dalla molecola dell’”ottimismo attivo”, garanzia di sorrisi più grandi e di una vita migliore e più consapevole.  Oltre alla rivoluzionaria esperienza divulgativa – apprezzatissima dagli studenti e dai rappresentanti accademici – #Noncifermanessuno ha formato nel tempo una grandiosa community dell’ottimismo che si è fatta anche promotrice di diverse azioni benefiche sostenendo il Banco AlimentareⓇ. Grazie al food donor Penny Market Italia e all’interazione degli utenti sul sito www.noncifermanessuno.org quest’anno con un semplice click sarà possibile donare migliaia di kit merenda per bambini in difficoltà (nel 2017 furono raccolti invece ben 15mila chili di riso).

#Noncifermanessuno è diventato quindi nel tempo un vero e proprio contenitore di buone pratiche, che vede in Corepla, il consorzio per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica, un partner consolidato. Un lavoro di sensibilizzazione ambientale a 360° per informare gli studenti ad una raccolta differenziata intelligente ed efficace, per porsi in modo più consapevole e rispettoso verso l’ambiente, tema da sempre molto caro al lavoro di inviato di Luca Abete. Consorzio che quest’anno organizza – tra le varie attività – una chiamata di idee rivolta a ricercatrici e ricercatori dell’Università, ai Centri di Ricerca, alle start up, alle aziende, alle PMI e privati attraverso l’apposita piattaforma www.coreplacall.it. Una Call for Ideas di creatività e intelligenze per la miglior gestione degli imballaggi in plastica dalla progettazione al fine vita, al riciclo e agli innovativi utilizzi del materiale riciclato.

 

 

Notizia letta 140 volte

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>