Un bagliore intenso nel cielo, misterioso avvistamento a Padula: stupore e apprensione. Video e Foto

Un bagliore intensissimo nel cielo del Vallo di Diano: inevitabile lo stupore, l’incredulità e anche l’apprensione da parte di un gruppo di ragazze che hanno assistito, riuscendo anche a riprenderlo con i loro cellulari, all’insolito spettacolo della scia luminosa.

Erano da poco passate le 3 nella notte tra sabato e domenica, e le giovani stavano rientrando dalla serata trascorsa in un locale di Padula. All’improvviso nel cielo, guardando in direzione della vallata valdianese, hanno notato la luce davvero intensa che si muoveva trasversalmente da nord verso sud. Dapprima incredule, sono ovviamente rimaste a bocca aperta ed affascinate dallo spettacolo al quale stavano assistendo.

1 4

“È stato subito evidente –assicurano le ragazze- che era un bagliore troppo forte per essere un aereo, ma che invece assomigliava molto di più all’immagine di una cometa o di una stella cadente. Ma la cosa impressionante, e che ci ha un po’ spaventato, è che questo spettacolo è durato per alcuni minuti, e abbiamo anche pensato che stesse per schiantarsi al suolo”. Una delle ragazze, nonostante la meraviglia, è riuscita a tirare fuori dalla tasca il proprio cellulare, a scattare qualche foto e addirittura a registrare un mini-video.  Ovviamente il risultato è condizionato dall’oscurità della notte e dalla frenesia del momento. Ma basta per confermare la presenza dell’oggetto luminoso in movimento. Adesso è aperto il toto-bagliore per dare una spiegazione al fenomeno, che ancora ad ore di distanza lascia stupefatte le ragazze che vi hanno assistito. Magari ci sarà una spiegazione semplice, o forse no. Magari qualcuno immaginerà di meteoriti, se non addirittura di UFO. O di qualcosa di scientificamente possibile: nei giorni scorsi la Protezione Civile Nazionale aveva reso noto il prossimo rientro incontrollato della stazione spaziale cinese Tiangong 1 nell’atmosfera. Rientro che, secondo la Protezione Civile “potrebbe interessare il territorio nazionale”.Sempre secondo la Protezione Civile l’eventuale caduta di frammenti “potrebbe avvenire nei giorni di Pasqua” ed interessate “le Regioni a sud dell’Emilia-Romagna”. Ma la finestra temporale di “allerta” -secondo la Protezione Civile- sarebbe quella tra il 28 marzo e il 4 aprile”. Ecco perché resta per il momento un mistero la natura dell’intenso bagliore che nella notte tra sabato e domenica ha solcato il cielo del Vallo di Diano.

Notizia letta 2552 volte

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>