Contributi non riconosciuti a 120 dipendenti della Comunità Montana. Pagliarulo:”L’INPS è sorda!”

Il consigliere comunale di San Pietro al Tanagro, Antonio Pagliarulo è intervenuto ai nostri microfoni in merito alla “mozione/denuncia” presentata lo scorso 15 marzo nel corso del consiglio comunale di San Pietro al Tanagro relativa a 120  dipendenti della Comunità Montana Vallo di Diano inquadrati come O.T.I. “Da qualche anno, spiega Pagliarulo  questi dipendenti hanno segnalato una discordanza tra i contributi riportati nel proprio estratto conto previdenziale e le effettive giornate lavorate e/o connesse a periodi di: malattia generica; infortuni; retribuzioni integrative e cassa integrazione salari” . Una situazione, come evidenziato negli estratti conto previdenziali degli stessi dipendenti, che persiste dall’anno 2010. Il consigliere comunale di San Pietro al Tanagro sottolinea nella mozione che da “un’analisi della situazione attuale, continua a perdurare il mancato accreditamento e riconoscimento dei contributi “figurativi”. A breve ci sarà un incontro con il Presidente della Comunità Montana Vallo di Diano, Raffaele Accetta. Intanto Pagliarulo ha  informato della situazione che interessa 120 dipendenti dell’ente montano valdianese  il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che a sua volta ha richiesto chiarimenti all’INPS. Ma denuncia Antonio Paglairulo ai nostri microfoni: “L’inps è sorda e questa situazione perdura nel tempo creando gravi problemi, anche ai fini pensionasti ai dipendenti”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#