Padula, ponte della Ferrovia sulla Provinciale condannato a morte: esecuzione rinviata, cronaca e interviste

Come nei thriller più classici, c’è stato anche il colpo di scena: ci sarà ancora da attendere qualche ora per l’esecuzione della condanna a morte del ponte della ferrovia sito sulla Strada Provinciale che collega Padula Scalo con la Certosa di San Lorenzo e con il centro cittadino.

Quando tutto sembrava pronto per l’abbattimento del ponte, richiesto dal RFI e autorizzato dall’Ufficio Tecnico Comunale di Padula, un problema tecnico ha causato la sospensione della “condanna”. La SP era stata chiusa questa mattina presto nel tratto di cantiere interessato dall’abbattimento, ed era cominciato il conto alla rovescia interrotto però sul più bello per cause tecniche. Tutto rimandato a martedì, con le ultime ore di vita del ponte ferroviario che si prolungano, anche se di pochissimo. Nel nostro video servizio la cronaca di questa giornata in ogni caso “storica”, con le interviste al sindaco di Padula Paolo Imparato e all’avvocato Dario Tepedino, già consigliere comunale di Padula. Sul posto abbiamo anche incontrato Giuseppe Ferrigno, presidente del Comitato Pendolari del Vallo di Diano, che ritiene l’abbattimento del ponte “necessario”. Da quanto appreso inoltre tramite il rappresentante di RFI presente questa mattina, lo smantellamento del ponte avviene per motivi di sicurezza, per il suo stato ritenuto “pericoloso per la pubblica incolumità”.

abbattimento ponte della ferrovia padula

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#