Artisti e studiosi di fama internazionale si ritrovano al Castello Macchiaroli con il progetto Bacas

Catalogo della mostra Grace Mogan escursioni nel territorioDA METTERE SU IMMAGINI QUANDO NOMINA ARTISTI....FAR SCORRERE PIANO

Nasce nel Vallo di Diano il progetto Bacas, Borghi antichi cultura arte scienza, ovvero un luogo di ritrovo e residenza temporanea per artisti. Un progetto che vede protagonisti artisti di fama internazionale ma con radici valdianesi come Pietro Costa e il gioiello del territorio, il castello Macchiaroli di Teggiano. Bacas infatti vuole essere un centro per artisti e studiosi nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. “Offriamo residenze d’artista di breve e lunga durata, mettendo a disposizione tempo e spazio volti a incoraggiare e favorire lo sviluppo e la produzione di opere d’arte e creative di diversi generi. Il progetto vuole dare l’opportunità ai residenti di lavorare indisturbati, sia che scelgano di farlo in solitaria o in collaborazione, nella cornice di una comunità che vanta non solo profonde radici storiche e artistiche, ma anche bellezze naturali impareggiabili e ancora relativamente inesplorate”, ha riferito Pietro Costa che spiega il progetto. Durante il periodo di residenza creativa, gli artisti e studiosi possono approfondire la loro esperienza con escursioni alla scoperta delle bellezze del Vallo. Pietro Costa, originario di Sant’Arsenio è un artista e curatore di mostre di fama internazionale, vive a Brooklyn, ed è fondatore e direttore creativo esecutivo di Bacas.

Studio2111Carola Associati Studio2111CarolaAssociati 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#