Agroecologia e Biodistretti, presso la Certosa di Padula una giornata dedicata alle “risorse per le future generazioni”

Ad un anno dal lancio della “Carta di Padula”, una nuova iniziativa dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio, presieduto da Angelo Paladino, torna a promuovere il ruolo dell’Agroecologia nel sud-Italia: l’obiettivo è la crescita dei bio-distretti e il raggiungimento del 100% di produzioni biologiche entro il 2030 nei Parchi. Di questo e molto altro si parlerà giovedì 17 maggio, nel corso del Forum in programma per tutta la giornata presso la Certosa di San Lorenzo.

Puntare a rafforzare e diffondere le conoscenze e le buone pratiche agricole significa anche combattere i cambiamenti climatici, frenare la perdita di biodiversità, ridurre il consumo di suolo e valorizzare il contributo innovativo che l’Agroecologia può assumere nell’ambito della riforma della Politica Agricola Comune.

AGROECOLOGIA PADULA 17 MAGGIO

L’obiettivo è quello di sviluppare la rete di supporto all’attuazione della Carta di Padula, da rilanciare sulla base delle nuove conoscenze e dei contributi politici e tecnici. Si punta inoltre a consolidare la partnership tra i soggetti sociali disponibili a promuovere l’Agroecologia, cercando nel contempo di rafforzare le relazioni con le Istituzioni e gli enti di ricerca e tutti gli attori impegnati su questi temi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#