Veivolo disperso nel Cilento: ancora nessuna notizia di Giuseppe e Rossella. Sei giorni di ricerche senza esiti

https://youtu.be/KYCwP_stmtU

Sono trascorsi sei giorni da quando non si hanno più notizie dell’ultraleggero partito da Castiglione del Lago e su cui erano a bordo Giuseppe De Maggio 56enne di Messina e Rossella Gimigliano, 53enne di Catanzaro. Il veivolo diretto a Nicotera si sarebbe dovuto fermare in Calabria in provincia di Vivo Valentia, dove purtroppo non è mai arrivato. E così sono scattate le indagini. Sei giorni di ricerche senza sosta su terra e in mare con Carabinieri, Polizia, Vigili del Fuoco, Guardia Costiera, volontari di Protezione Civile e  speleologi impegnati a battere ogni punto di quella zona del Cilento dove sarebbe stato visto per l’ultima volta l’ultraleggero. Giovedì la Guardia Costiera ha recuperato al largo di Acciaroli alcuni rottami. Le analisi effettuate sembra abbiano rivelato che si tratta di uno dei pattini del veivolo, avrebbero inoltre confermato l’impatto del mezzo con l’acqua: un impatto molto violento. Giovedì inoltre è arrivata anche la conferma che i cellulari di Giuseppe e Rossella si sono agganciati per l’ultima volta alle celle telefoniche prima di Salento e poi di Castellabate. A questi dettagli importanti si aggiungerebbero le testimonianze di due turiste inglesi le quali hanno raccontato di aver visto l’ultraleggero cadere in mare a Punta Licosa. E’ qui che si stanno concentrando senza sosta le ricerche. Domani potrebbe intervenire anche una nave della Marina Militare con dei sonar.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#