Basket, play-off: la Diesel Tecnica torna in corsa per la C. Domenica prossima lo spareggio-promozione

Dopo le lacrime versate a Cava de’ Tirreni e la delusione per la sconfitta nello spareggio di sabato scorso contro il Promobasket Marigliano, sembrava tutto finito. Invece, la Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità ha rialzato prepotentemente la testa nel quadrangolare riservato alle formazioni eliminate dal tabellone principale dei play-off, guadagnandosi la qualificazione allo spareggio per la serie C Silver contro la perdente della finale play-out del massimo campionato campano tra Pallacanestro Cercola e Megaride Napoli (si gioca questa sera ad Angri). Nel torneo di consolazione giocato a Maddaloni, i bianco-azzurri hanno prevalso prima contro la Pallacanestro Afragola (punteggio di 83-70) ed hanno poi regolato in finale il Basket Volla (61-43 all’ultima sirena), sempre sconfitto dai salernitani nel corso di questa stagione.

Semifinale sostanzialmente vivace ed equilibrata nei primi 10′: Castiello e Federici controbattono ai piazzati di Capaccio ed alle incursioni in area di Ambrosano. Un punto di scarto in favore dei salesi (22-21) al primo intervallo. I napoletani tentano l’allungo nel corso della seconda frazione: una tripla di Francesco Scafuto (14 punti, miglior realizzatore della sua squadra) prepara il terreno ad un corposo parziale i cui principali azionisti sono ancora Castiello e Federici. Trinità, tuttavia, non si lascia travolgere dagli eventi, iniziando una rincorsa esaltante con un Ambrosano incontenibile: il capitano bianco-azzurro segna otto punti di fila e – con il prezioso contributo di Campaiola e Capaccio – riporta la Diesel Tecnica sul -4 a metà gara (40-44). La squadra allenata da Gennaro Durante e Giuseppe Aumenta risolve l’equazione nella terza ripresa: la batteria di tiratori (Botta, Sorrentino e Cusumano, quest’ultimo frenato da un problema al tendine per due quarti buoni), assistita da un generoso Norci sotto canestro, incendia letteralmente il parquet. La difesa a zona strozza la circolazione di palla della Pallacanestro Afragola, la cui unica voce in attivo sono i tiri dall’arco. Nonostante le distanze siano relativamente contenute (60-56 al 30′), Trinità procede spedita verso la vittoria grazie ad una chiara egemonia a rimbalzo, suggellata dai centri risolutivi di Norci (a segno anche dai 6.75) e di Ambrosano.

La finale contro il Basket Volla – che al sabato aveva eliminato la Polisportiva Pro Cangiani (66-52) – sorride alla Diesel Tecnica fin dal via: Ambrosano bissa la prestazione del giorno prima, disinnescando le trappole difensive preparate dal quintetto della cintura urbana partenopea. Non solo: il capitano colpisce anche da tre punti, esercizio che esalta anche il suo gemello d’area, Gianluca Campaiola, ed un ottimo Durante. Tra palle perse e percentuali basse, il Basket Volla precipita in breve tempo oltre la doppia cifra di svantaggio, ritoccata da Cusumano a fine tempo: 27-12. L’allenatore napoletano Luciano Ciccone – espulso al termine del secondo quarto per un gesto deprecabile contro un giocatore bianco-azzurro – vaglia opzioni alternative (Puca e Smimmo in regia) per venire a capo di una trama già intricatissima, ma la Diesel Tecnica – anche se a marce ridotte – tiene a debita distanza gli inseguitori: Sorrentino dalla media distanza, Ambrosano ed un Norci brillante sia nei pressi del canestro, sia dall’arco assicurano nove punti di vantaggio ai salesi dopo 20′ di partita (27-36). Le puntate in area di Quattromani sono l’unico, vero segnale di vita lanciato dall’attacco del Basket Volla nel terzo quarto. Per il resto, la scena è dominata dai bianco-azzurri: Ambrosano scala la vetta dei 20 punti (si fermerà a 25), Cusumano scuote la retina dalla media, Norci non perde una virgola in area. Infine, si scatena Marco Durante: cinque punti in serie che consegnano 14 punti di vantaggio a Trinità sulla soglia del quarto periodo. Epilogo in parata per i bianco-azzurri, che concedono appena sette punti ai rivali negli ultimi 10′. Cusumano emette la sentenza definitiva: Trinità vola allo spareggio e riaccende i sogni di un’intera città. All’orizzonte c’è una terra inesplorata in quarant’anni di storia del basket salese: la serie C.

Testo di Carmine Marino

 

Playoff, secondo turno. I risultati di gara2

Rolo Caffè Curti – SvapoWeb Caudium 49-57 (serie: 0-2); Ca.&Bi. Saviano – Jolly Animation Salerno 61-72 (serie: 0-2); Centro Pasteur Parete – Miwa Benevento 66-79 (serie: 0-2); IMA Cava de’ Tirreni – Basket Club Irpinia 56-62 (serie: 0-2)

 

Le partite del terzo turno

(Serie al meglio dei tre incontri. Le vincitrici promosse in serie C Gold)

 

Basket Club Irpinia – Jolly Animation Salerno; Miwa Benevento – SvapoWeb Caudium

 

Gara1: 2-3/6

Gara2 (a campi invertiti): 6-7/6

Eventuale gara3: 9-10/6

 

Quadrangolare playoff (Maddaloni, 26-27/5)

 

Semifinali: Polisportiva Pro Cangiani – Basket Volla 52-66; Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità – Pallacanestro Afragola 83-70

Finale: Basket Volla – Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità 43-61

 

Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità qualificata allo spareggio contro la perdente della finale playout del campionato di serie C Silver (Pallacanestro Cercola – Megaride Napoli, questa sera, ore 20)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#