Fonderie Pisano. Il Consiglio di Stato ha consentito la ripresa delle attività dello stabile di Fratte

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale ha respinto gli appelli contro le Fonderie Pisano confermando il giudizio del Tar Salerno che ha consentito la ripresa delle attività produttive dello stabilimento di Fratte.

“Anche in questa circostanza ha reso noto in una nota stampa Guido Pisano, presidente delle Fonderie Pisano – riteniamo di dovere ribadire che abbiamo sempre confidato nell’operato della Magistratura verso la quale, nelle sue diverse articolazioni, abbiamo in ogni occasione manifestato la più totale fiducia. E’ l’ennesima dimostrazione che nelle sedi ove è possibile proporre l’esame approfondito degli atti, emerge la liceità dei nostri comportamenti”.

“La decisione del Consiglio di Stato – continua Guido Pisano –  conferma le nostre buone ragioni, come pure intendiamo riconfermare piena disponibilità e spirito di collaborazione verso l’intera filiera istituzionale con il solo obiettivo di addivenire alla realizzazione degli interventi ritenuti necessari per migliorare ulteriormente le condizioni di operatività dell’impianto in via dei Greci/Fratte, mettendo in campo i necessari investimenti. Riconfermiamo in toto – ha concluso – quanto già affermato nei giorni scorsi in merito alla volontà di procedere alla localizzazione di un nuovo impianto produttivo dotato delle tecnologie più avanzate. Auspichiamo che le Istituzioni e gli Enti competenti dal punto di vista della programmazione territoriale ci supportino in questo percorso che abbiamo necessità di compiere in un tempo estremamente breve” .

Notizia letta 66 volte

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>