Ciao Rosaria, ragazza buona e sensibile: indimenticabili le tue affettuose parole dedicate a Giovanni

“Riposa in pace… avevi una vita davanti, dovevi goderti questa vita ancora per molto tempo…”. Ho conosciuto Rosara Lobascio a marzo del 2017, per motivi di lavoro: e oggi queste parole mi tornano ossessivamente in mente. Perché denotano grande sensibilità, e sono particolarmente significative nella sua tragica vicenda.

rosaria lobascio emma marrone

Non si tratta di una frase come le altre, perché a scrivere queste parole così sentite era stata proprio lei, Rosaria, la sfortunata 22enne di Sala Consilina che ha perso la vita in seguito ad un intervento di riduzione dello stomaco. Parole che quindi oggi risultano anche drammaticamente profetiche. Rosaria le aveva dedicate con affetto a un conoscente, un vicino di casa a sua volta vittima di un tragico destino: il 53enne Giovanni Casaburi, morto nell’incidente stradale verificatosi sulla A10 tra Genova e Savona, mentre era intento al lavoro in un cantiere autostradale.

giovanni-casaburi-rosaria lobascio

Le parole di Rosaria, scritte di getto sulla sua pagina del Social Network Facebook, e dedicata e Giovanni, mi avevano particolarmente colpito: non solo per la sua sensibilità, per il sincero dispiacere che traspariva da ogni riga; ma anche per la capacità di descrivere attraverso poche battute la quotidianità di una vita “normale” di una persona normale. Una vita non sempre facile, fatta di alti e bassi, e lontana anni luce dal mondo platinato e virtuale degli eccessi con i quali siamo tutti abituati a convivere sui social o in tv o sui media. Una vita fatta anche di sacrifici e di dolore, vissuti in silenzio e senza clamore. Rosaria aveva colto tutto questo e lo aveva raccontato in poche parole, rendendo omaggio a Giovanni, dimostrando anche una particolare capacità espressiva. Mi avevano molto colpito sue parole, e così l’avevo contattata. E lei, gentilissima, mi aveva spiegato che Giovanni non era un suo parente, ma il figlio di una vicina, che aveva conosciuto da piccola. Ero rimasto ancora più colpito dalla sua sensibilità, e le avevo chiesto il permesso di utilizzare il suo post per un articolo, in modo che anche altri potessero condividere le sue belle parole.

rosaria lobascio 2

“Per me va bene –aveva risposto Rosaria- anzi sarebbe un piacere ed un onore poter leggere questo post su una testata giornalistica in ricordo di una persona molto speciale”. E così l’articolo era stato pubblicato, lo trovate a questo link: https://www.italia2tv.it/2017/03/27/morte-di-giovanni-casaburi-da-sala-consilina-un-post-scritto-con-il-cuore-esprime-il-dolore-di-chi-lo-conosceva/

A distanza di poco più di un anno, non avrei mai pensato di scrivere queste righe in ricordo di Rosaria, e anche se la nostra conoscenza è stata superficiale (in seguito ci siamo sentiti qualche altra volta) posso dire senza tema di smentita che era lei “una persona molto speciale”. Come oggi confermano decine e decine di post sulla sua pagina Facebook. Come testimoniano anche le parole della cantante Emma Marrone, che Rosaria adorava, e che venuta a conoscenza del suo tragico destino ha voluto rivolgerle un pensiero. Chiunque la abbia conosciuta, per poco o per molto, sa che Rosaria era una persona buona e sensibile, con un cuore grande. E tanti la ricordano sorridente e positiva, nonostante gli inevitabili problemi di una vita “normale”. La sua perdita addolora e amareggia tutti noi, perché Rosaria amava la vita, e voleva semplicemente migliorare la qualità della sua esistenza. Come avrebbe scritto lei: “Riposa in pace Rosaria… avevi una vita davanti, dovevi goderti questa vita ancora per molto tempo…”. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#