Morte Rosaria Lobascio: salma sequestrata. Si indaga per accertare le cause. La rabbia del mondo social

E’ stata sottoposta a sequestro la salma di Rosaria Lobascio, la studentessa di 22 anni di Sala Consilina deceduta ieri, a pochi giorni da un intervento di riduzione dello stomaco. I genitori di Rosaria non si danno pace per quanto accaduto  e vogliono vederci chiaro. Così hanno sporto denuncia ai Carabinieri affinchè si indaghi su eventuali responsabilità relative alla morte della loro bambina. Rosaria è morta all’ospedale “Curteri” di Mercato San Severino. Proprio qui, qualche giorno fa si era sottoposta ad un delicato intervento di riduzione dello stomaco. Tutto sembrava essere andato per il meglio, tanto che Rosaria era stata dimessa ed era tornata a casa per trascorrere lì la convalescenza. Ma qualcosa non è andata per il verso giusto. Rosaria infatti due giorni fa ha cominciato ad accusare dei malori, dolori sempre più forti e frequenti che hanno portato ad un suo nuovo ricovero al Curteri. Proprio qui la ragazza è deceduta ieri tra la disperazione e l’incredulità dei familiari. La morte di Rosaria ha suscitato tanta indignazione in quanti la conoscevano, ed anche il mondo social, nel quale Rosaria era molto attiva, è esploso una volta saputa la terribile notizia. Tra i primi a voler ricordare Rosaria, la sua bontà ed il suo sorriso, c’è il suo idolo, Emma Marrone. Rosaria aveva come immagine del profilo Facebook proprio una foto insieme alla nota cantante. “Oggi è volata via Rosaria, scrive Emma, Vogliamo ricordarla con questa bellissima foto. R.I.P.”.

WhatsApp Image 2018-06-09 at 08.58.33

Ma Rosaria viene ricordata anche per il suo malessere, legato purtroppo a tante piccole parole, commenti cattivi, volti che sghignazzano. La decisione di sottoporsi all’intervento era arrivata perché non ce la faceva più. Voleva star bene con se stessa, piacersi e soprattutto piacere a chi invece la derideva. E allora anche la pagina Instagram de Il Temerario, ricorda Rosaria, perché, scrive “la temeraria più difficile nella vita è accettarsi e fregarsene di cosa pensa la gente. Che la sua morte ci sia di lezione, termina il Temerario”.

WhatsApp Image 2018-06-08 at 23.23.0534836757_10212202419644804_744243752800878592_n

Per Rosaria l’intervento doveva essere il suo punto di Ri-partenza. Aveva affidato a Facebook le sue speranze e la sua rabbia. In un post scriveva “Non venitemi a dire che una persona si opera di chirurgia bariatrica perché non sa fare la dieta perché vi spezzo la noce del collo. Lo schiaffo morale lo do a chi si è permesso di criticarmi per il peso, a chi si è permesso di prendermi in giro, a chi si è permesso di abbattermi moralmente”, In questo sfogo tutta la tragicità dell’epilogo. Ciao Rosaria.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#