Carcere di Sala Consilina: interrogazione di Marzia Ferraioli (Forza Italia) sulle sorti della casa circondariale

WhatsApp Image 2018-06-15 at 10.48.25La deputata di Forza Italia eletta nel collegio uninominale di Agropoli, Marzia Ferraioli, nella giornata di mercoledì ha presentato un’interrogazione per chiedere  quale sarà la sorte della casa circondariale di Sala Consilina. La Ferraioli nel documento indirizzato al ministro della giustizia  Bonafede analizza i punti della sentenza del Consiglio di Stato in cui si evidenzia la parziale illegittimità della procedura adottata per sopprimere il carcere e aggiunge, poi, con una puntuale trattazione giuridica che  “grave è il vulnus al «principio della territorialità della esecuzione penale»” visto che  “autorità giudiziarie, avvocati e ogni altro operatore del settore sono obbligati ad utilizzare più case circondariali.”  Corrisponde, invece, – scrive ancora la Ferraioli- “ all’interesse pubblico da tutelare la non soppressione di case circondariali utili a contribuire al ridimensionamento di «trattamenti inumani e degradanti» connessi al sovraffollamento carcerario, alla «insufficienza di strutture e al disagio che grava su detenuti»”. La Ferraioli fa riferimento ai ricorsi più volte presentati alla Corte europea in merito alle condizioni degradanti, alle condanne subite dall’Italia per la carenza di spazi nelle carceri e ai principi del «trattamento del detenuto» e «della sua rieducazione in vista della risocializzazione» . In ultimo, chiede a Bonafede quali elementi si intendano fornire alla luce di tutto quanto descritto in premessa e “quali iniziative, per quanto di competenza, il Ministro interrogato intenda assumere al riguardo”. L’interrogazione è avvenuta quasi in concomitanza  con l’avvio stamane  a Roma della conferenza dei servizi che dovrà decidere definitivamente del futuro del carcere di Sala Consilina.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#