La Lega del Vallo di Diano attacca Piero De Luca e Matera: “Sul Tribunale sono colpevoli e illudono sulla Ferrovia”

“Abbiamo appreso dagli organi di stampa della visita dell’On. Piero De Luca a Sala Consilina, nella sua intervista ci ha nominato come forza di governo, dalle sue parole abbiamo evinto che voglia collaborare con noi  per la questione tribunale e carcere, vicende molto care al nostro comprensorio e questo ci fa molto piacere perché evidentemente ci tiene al nostro territorio”. E’ quanto dichiarano Loredana Maraniello, coordinatore cittadina della Lega a Sala Consilina e Giuseppe Vitolo coordinatore Lega  nel Vallo Di Diano. Maraniello e Vitolo ricordano “ quando sono state fatte le battaglie per salvare il tribunale, l’on. Piero De Luca e tantomeno gli altri onorevoli non si sono spacciati a difesa di questo territorio. Non li abbiamo visti durante i sit-in a difesa del tribunale, nè tantomeno abbiamo visto i rappresentanti regionali o provinciali dell’allora partito di governo”. I due rappresentati del Carroccio nel Vallo di Diano ritengono inoltre che “De Luca ed i rappresentanti del Pd sarebbero dovuti intervenire prima”. I rappresentanti della Lega non le mandano a dire nemmeno all’Assessore Regionale al Turismo, Corrado Matera. In merito all’annunciato “ripristino della ferrovia” il quale viene invitato ad   “esibire,  qualora lo abbia, aggiungono,  uno studio di fattibilità con concrete possibilità di riattivazione della tratta ferroviaria e di farne partecipe noi, ma soprattutto i suoi concittadini e tutti coloro che sono interessati da questa tratta. Non si tratta di un attacco ai due esponenti politici, precisano Maraniello e Vitolo, ma “un modo per far capire loro che in virtù degli ultimi risultati elettorali, è evidente che la gente vuole fatti concreti e non le solite passerelle allietate dalle solite chiacchiere e promesse. Restiamo a disposizione per qualsiasi collaborazione, termina la nota stampa, siamo qui a difesa di questo territorio”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#