Kit mensa a Sala Consilina: saranno installate le lavastoviglie per garantire l’igiene delle nuove stoviglie in policarbonato

Il servizio di refezione delle scuole di Sala Consilina fa ancora discutere. E se ne è appunto discusso ieri mattina nell’aula magna delle scuole elementari di via Matteotti in un incontro che ha visto presenti i responsabili della ditta gestore del servizio, il sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone unitamente al consigliere delegato Olga Farina, la professoressa Mariniello in rappresentanza della Commissione Mensa, i presidenti del consiglio dei due circoli didattici, Isabella Mazzeo e Pierpaolo Valva  ed un gruppo di mamme, per lo più rappresentanti di classe e di istituto. Oggetto dell’incontro il famoso kit mensa con le stoviglie in policarbonato che ha fatto tanto discutere anche nello scorso mese di dicembre, allorquando le mamme si rifiutarono di portare a casa le stoviglie sporche, racchiuse in un sacchetto, non perché pesasse loro lavarle, ma perché ritenute poco igieniche, soprattutto dopo essere rimaste diverse ore, sporche, nello zaino dei bambini stessi. Ieri mattina dunque un nuovo confronto nel corso del quale i rappresentanti dei genitori hanno ribadito di essere d’accordo con l’eliminazione della plastica monouso dalla mensa ma di voler trovare altra soluzione per garantire l’igiene delle stoviglie. “Massima disponibilità da parte mia, ha spiegato Cavallone, ad andare incontro alle esigenze e richieste delle mamme. Per questo motivo, continua Cavallone, garantiamo che saranno installate delle lavastoviglie che consentiranno di lavare le nuove stoviglie e di igienizzarle direttamente nei locali scolastici. Dobbiamo solo valutare dove e quante istallarne”. “Era l’unica soluzione possibile, spiega Teresa Paladino, rappresentante di classe. Le altre infatti non possono ritenersi assolutamente perseguibili, non garantendo in primis il rispetto delle condizioni igienico-sanitarie previste dalla legge e determinando, di fatto, un inadempimento contrattuale da parte della ditta aggiudicatrice dell’appalto che, al punto 1 del contratto, termina la rappresentante, ha garantito tra i servizi offerti il lavaggio delle stoviglie, e nelle offerte migliorative l’installazione di lavastoviglie”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#