Lavori mai conclusi alla Certosa di Padula: truffa allo Stato di 1,5 milione di euro. Tre indagati

Tre persone sono indagate per truffa allo Stato e falso ideologico per non aver completato o mai compiuto i lavori di efficientamento energetico all’interno della Certosa di Padula nell’area di competenza comunale. Si tratta di un bando di circa un milione e mezzo di euro del 2015. Le indagini sono portate avanti dai carabinieri della compagnia di Sala Consilina e della Procura della Repubblica di Lagonegro e iscritti sul registro degli indagati sono un dirigente dell’ufficio tecnico, un tecnico esterno e un imprenditore edile e impiantistico. Il bando riguardava anche lavori nella casa municipale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#