La Regione Campania chiude per 45 giorni le Fonderie Pisano: esulta il Comitato “Salute e Vita”

La Regione Campania ha disposto la sospensione dell’attività delle Fonderie Pisano per 45 giorni. Il provvedimento è conseguenza dell’inadempimento da parte delle Fonderie delle prescrizioni impartite con la diffida del 4 aprile 2018, che aveva riscontrato la non applicazione di 9 B.A.T. (Best Available Technologies) prescritte dall’Autorizzazione Integrata Ambientale. Una notizia accolta con soddisfazione dal  Comitato Salute e Vita presieduto da Lorenzo Forte che affida ad una nota stampa il plauso per la decisione adottata dalla Regione Campania. “Finalmente dopo oltre 18 mesi si mette fine , per adesso, al nocumento per la salute e all’ambiente . Infatti già da maggio 2017 l’Arpac aveva evidenziato la non applicazione di 9 B.A.T. , ma dopo numerosi rimpalli di responsabilità tra Regione ed Arpac stessa solo adesso si mette un punto fermo sulla questione, sottolinea il Comitato. Il provvedimento inoltre arriva proprio in corrispondenza della scadenza dei termini della diffida ,inoltrata ad inizio settembre dal Comitato Salute e Vita al Sindaco di Salerno e a Regione Campania , affinché gli enti preposti si assumessero le proprie responsabilità in base alle ultime risultanze Arpac. La sospensione delle attività arriva , aggiunge la nota stampa del comitato,  per il nocumento alla salute e all’ambiente provocato dalle emissioni diffuse ossia dalle emissioni non convogliate e non adeguatamente filtrate”. Sulla decisione della Regione Campania intervengono anche i meetup Amici di Beppe Grillo Salerno, Baronissi e Pellezzano: “Avevano già previsto questo tipo di provvedimento e lo sollecitavano da tempo, dichiarano.  Adesso, se nei prossimi 45 giorni lo stabilimento non si adeguerà si avrà la revoca dell’autorizzazione e la chiusura definitiva dell’impianto. Una chiusura definitiva dell’impianto si avrà anche se nella conferenza dei servizi del 10 ottobre gli enti convocati (Regione, Asl, Comune e Arpac) daranno parere negativo dell’ambito del procedimento di riesame dell’Autorizzazione Integrata Ambientale e ,dopo l’ennesima chiusura, tali pareri non potranno che essere sfavorevoli”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#